Crema di carciofi IDA

 

 

Crema di carciofi IDA

La ricetta della crema di carciofi è una di quelle usate nel finger food. Prevede l’uso sia delle foglie interne, sia del tenero gambo. E’ facile da prepararsi e può essere presentata sia assoluta sia associata a pane, grissini o crostini. E’ una ricetta di mia invenzione che dedico a mia Madre.

  • 4 Carciofi
  • q.b. Sale (il tipo dipende dal gusto che volete)
  • alcune foglie di menta
  • q.b. olio di semi di arachide (per non avere retrogusto di oliva)
  • 30 g mandorle pelate
  • q.b. spezie (varie ed eventuali)
  1. Anzitutto pulite i carciofi con uno spelucchino che è il coltello apposito usato per questa operazione. Togliete la parte terminale del gambo e la punta delle foglie e le foglie esterne, dure ed coriacee, del carciofo. Sbucciate il gambo. Aprite a metà il carciofo e, aiutandovi con lo spelucchino eliminate l’eventuale barba interna.

    Tagliate i carciofi a spicchi e separate le foglie.

  2. Sbucciate l’aglio, apritelo, ed eliminate l’indigesta anima verde interna.

<H2>Preparazione della ricetta crema di carciofi IDA </H2>

  1. Mettete in un pentolino poche dita di acqua ed un cucchiaio di olio di semi di arachide. Fatela bollire e poi metteteci dentro le foglie del carciofo. Dopo 2 minuti ci mettete il gambo che è piu’ tenero e cuoce prima. Dopo una alcuni minuti (assaggiate una foglia per vedere se è intenerita) spegnete il fuoco.

    Se i carciofi li cucinate al vapore conserveranno le sostanze nutritive, ma il carciofo e (quindi la crema) manterrà il colore verde scuro e meno appetitoso. Inoltre il colore sarà tanto più scuro quanto meno foglie esterne toglierete.

  2. Quindi mettete le foglie, il gambo e le mandorle in un frullatore con l’aglio scamiciato, un po’ di sale blu di Persia e qualche spezia che ci vorrete aggiungere. Poi versate a filo l’olio azionando il frullatore fino a che non avrete raggiunto la consistenza desiderata.

  3. Tenete presente che quando azionate il frullatore il suo contenuto tenderà ad attaccarsi ai bordi, quindi aiutatevi con una cucchiara di legno stando attenti a non toccare le lame per frullare bene.

<H2> Utilizzo della crema di carciofi </H2>


  1. Io la presento su un tavolino a parte con vicino grissini al sesamo o tacos messicani. Ma possono essare associati a qualunque tipo di bastoncini di verdura, tipo carote o sedani.

Potete fare la crema oltre che con i carciofi alla romana o al vapore, anche quelli alla giudia, ottenendo un composto più croccante e non spalmabile da consumare in bicchieri o in insalate. Oppure fare un misto delle due, con la parte croccante che si integra bene nella parte spalmabile.

 

Precedente Tzatziki vegano Successivo Cavolo cappuccio, proprietà in cucina e ricette