Carciofi alla romana ottimi con le patate

 

I carciofi alla romana sono un contorno classico della cucina laziale. Una ricetta semplice, leggera, gustosa, vegan e light. Ogni ricetta segue le usanze del posto dove è stato elaborata, quindi useremo le mammole, grosse e carnose.

Mammole
  • Preparazione: 15 Minuti
  • Cottura: 20 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 3 persone
  • Costo: Molto economico

Ingredienti

  • 3 carciofi
  • q.b. Prezzemolo
  • q.b. mentuccia romana
  • q.b. olio extravergine
  • q.b. Pangrattato

Preparazione

Organizzazione del piatto

  1. Vi servirebbe uno spelucchino per pulire i carciofi. (se non ce l’avete potete usare il cucchiaino) ed una pentola capiente per metterceli dentro. Come è scritto nell’articolo linkato qui i carciofi non sono fritti quindi vi toccherà togliere qualche foglia in piu’ per arrivare al cuore di carciofo commestibile  dopo la cottura.

    [mc4wp_form id=”1544″]

  2. Il carciofo della foto è scuro perchè ho tenuto un po’ di foglie ed un po’ di corteccia in più sul gambo, per preservare meglio il suo interno dall’acqua. I cultori dicono che andrebbe preservata anche la barba interna a protezione del cuore. Il commensale dovrà scartare un po’ di foglie esterne esattamente come farebbe per i carciofi alla giudia.

Preparazione della ricetta carciofi alla romana

  1. Carciofi alla romana

    E’ bene tenere una parte del gambo attaccata al cuore per maneggiarli più facilmente prima, durante e dopo la cottura. Subito dopo puliti mettete i carciofi nella soluzione acidula di acqua e limone per evitare si anneriscano. Nel frattempo lavate il prezzemolo e la menta. Togliete la camicia all’aglio, dividetelo a metà e togliete l’anima verde interna che è indigesta. Infine tritate il tutto. Con il frullatore se potete, altrimenti a mano magari con lo spelucchino. Mischiate bene il tutto ed unite il pangrattato. Infine aprite bene le foglie del carciofo, e metteteci il trito appena preparato.
    Ora mettete i carciofi a testa in giu’ in un tegame o in una pentola con i bordi alti e condite con un filo d’olio extravergine. Fate cuocere per 20-25 minuti circa a fuoco medio.

Note

Come sale potete usare il blu di Persia speziato.

Come olio per condire, quello che vedete in foto l’ho comprato a Diamante ed è molto piccante e ci sta benissimo.

In alternativa a questa ricetta, sempre usando le mammole, propongo:

Carciofi alla giudia a doppia frittura

/ 5
Grazie per aver votato!
Senza categoria
Precedente Prima di cucinare i carciofi Successivo Carciofi, proprietà e ricette

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.