Crea sito

trofiette fatte in casa un piatto della tradizione

Le trofiette sono tipiche della tradizione culinaria ligure di levante e non vanno confuse con le trofie che a Genova, almeno nel passato, indicavano gli gnocchi cioè un impasto di farina e patate.

L’impasto delle trofiette è molto semplice basta farina di grano duro e acqua, senza uova.

La sua forma è allungata e arricciata, piuttosto sottile.

Secondo alcune fonti, il suo nome deriva dalla parola strufuggiâ che in dialetto ligure significa strofinare proprio perché per ottenere ogni singola trofia è necessario strofinare molto il pezzettino di pasta.

Il procedimento per ottenere questa pasta è piuttosto laborioso e lungo, ma oggigiorno è  prodotta industrialmente e si trova  in quasi  tutti i banchi alimentari.

Per questo motivo oramai le trofie si possono gustare un po’ ovunque.

  • Preparazione: 30 Minuti
  • Cottura: Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni:
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • 400 g Semola di grano duro rimacinata
  • 200 ml Acqua tiepida
  • Sale

Preparazione

    • Disporre la farina a fontana sul piano da lavoro, unire il sale e l’acqua calda mescolare con l’ausilio di una forchetta.
    • Quando la farina avrà assorbito l’acqua, iniziare  a lavorare l’impasto con le mani.
    • lavorare per almeno 10 minuti.
    • L’impasto sarà pronto quando si staccherà facilmente dalle dita risultando omogeneo e liscio.
    • Avvolgere il panetto nella pellicola e farlo riposare per mezzora in un luogo fresco.
    • Prendete un po’ dell’impasto e iniziate a formare dei bastoncini dal diametro di 3 mm circa.
    • Tagliate i vari bastoncini a tocchetti.
    • Schiacciare il tocchetto e trascinarlo con il palmo della mano e poi tornate indietro.
    • Continuate in questo modo fino ad esaurimento dell’impasto.

varianti

Una variante alle trofie di farina di grano duro sono le trofie di farina di castagne che per il loro gusto particolare possono essere condite semplicemente con burro o salsa di noci.

Un’altra variante è costituita dalle trofie al nero di seppia fatte aggiungendo all’impasto appunto il nero di seppia che danno al piatto un intenso sapore di mare

 

 

Se questa ricetta ti è piaciuta continua a seguirmi sulla mia pagina facebook Gineprina in cucina per restare sempre aggiornato sulle novità

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.