involtini di vitello di nonna Rosa

Gli involtini di vitello di nonna rosa sono fatti con fettine di fesa di vitello, farcite con un ripieno veramente gustoso che tra un po’ andremo a scoprire.
La ricetta di questi involtini l’ho trovata su un librettino comprato quando ero ancora bambina, risale infatti al 1975: “Le nuove ricette di zia Betta“.
Una volta provati li ho rifatti per tutti questi anni e voglio proporli anche a te.
Chi sia nonna Rosa non è dato saperlo ma a noi poco importa, i suoi involtini di vitello sono veramente buoni, morbidi e saporiti.
In poco tempo avrai un secondo di carne che soddisferà sicuramente i tuoi commensali.

involtini di vitello di nonna Rosa
  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 4 fettefesa di vitello
  • 1/2 spicchioaglio
  • 50 gprosciutto cotto
  • mollica (di pane)
  • 1/2 tazzalatte
  • 1tuorlo
  • q.b.prezzemolo
  • 1 cucchiaioparmigiano Reggiano DOP
  • 30 mlolio extravergine d’oliva
  • 50 mlvino bianco

Preparazione

  1. Metti a bagno nel latte la mollica di pane tagliata a tocchetti.

    Trita il prosciutto assieme ad una scheggia d’aglio.

    Strizza bene la mollica e mischiala al trito, non buttare il latte.

    Aggiungi il parmigiano, il tuorlo d’uovo, il prezzemolo sminuzzato, un pizzico di sale e pepe.

    Spalma le fettine con il composto, arrotolale e fermale con gli stecchini o con lo spago da cucina.

    Fai rosolare gli involtini in padella a fuoco basso con poco olio.

    Aggiungi il latte utilizzato per bagnare la mollica filtrandolo, e fallo evaporare.

    Lascia cuocere gli involtini sempre a fuoco basso, per una decina di minuti rosolandoli bene da tutte le parte.

    Dovessero seccare troppo bagna con un po’ di vino bianco o d’acqua.

    Servi gli involtini di nonna Rosa accompagnati da purea di patate o insalata.

conservazione:

Gli involtini vanno cotti e consumati in giornata, eventualmente puoi prepararli e tenerli in frigo o in freezer fino al momento della cottura.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da gineprinacucina

Mi chiamo Daniela, Gineprina è solo un nome di fantasia e più avanti vi spiegherò il perché di questo nome. Vivo a Genova, la mia città natale, amo la mia Liguria, con il suo mare e le sue colline e amo cucinare e gustare i piatti della tradizione ligure. Sono un architetto che di mestiere fa di tutto fuorché l’architetto, precaria a vita ho per fortuna mille passioni e interessi, fra queste anche quella di cucinare e raccogliere ricette che mi ispirano, per poi sperimentarle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.