Crea sito

gnocchi con farina di castagne e salsa di noci

Gli gnocchi, specie se fatti in casa,  sono uno dei miei piatti preferiti.

Sabato mattina avendo un po’ di tempo mi sono cimentata nella preparazione di questi gnocchi con farina di castagne, una variante deliziosa dei comuni gnocchi di patate.

La farina di castagne va a sostituire in parte la farina di frumento donando agli gnocchi quel tipico sapore un po’ dolciastro di tutte le preparazioni in cui si utilizza questo ingrediente e che  andrà a contrastare  con il  sapore della salsa.

Qualcuno può pensare che la farina di castagne possa rendere gli gnocchi più duri e quindi un po’  indigesti, al contrario devo dire che sono rimasti morbidissimi.

Importante come per tutti gli gnocchi fatti in casa l’utilizzo di patate adatte, se non siete delle esperte come me, meglio chiedere al fruttivendolo o guardare l’indicazione sulla confezione, sicuramente le migliori sono le patate un po’ invecchiate, perché più povere d’acqua. Io questa volta ho utilizzato le patate rosse.

gnocchi con farina di castagne e salsina di noci
  • Difficoltà:Media
  • Preparazione:30 minuti
  • Cottura:per patate e gnocchi 35 minuti
  • Porzioni:4 persone
  • Costo:Basso

Ingredienti

  • 1 kg Patate (qualità per gnocchi)
  • 150 g Farina 00
  • 150 g Farina di castagne
  • 1 uovo
  • Sale
  • 5 cucchiai Salsa di noci

Preparazione

    • Far cuocere le patate, in acqua bollente (meglio intere non sbucciate) per 30 minuti circa (dipende dalla grandezza).
    • Pelare le patate e passarle nello schiacciapatate, operazione che va fatta con le patate ancora calde.
    • Mettere la purea su di un piano e incorporarvi a piccole dosi le farine mescolate insieme ad una presa di sale e impastare.
    • Aggiungere l’uovo appena l’impasto comincerà ad indurirsi un po’ e si sarà anche leggermente raffreddato in modo che non si trasformi in stracciatella.
    • Continuare ad impastare fino al completo assorbimento delle farine.
    • Tagliare l’impasto a fette e cominciare a formare i cordoncini .
    • Tagliarli a tocchetti di circa un centimetro e mezzo.
    • Dare la forma al gnocco con l’aiuto dell’apposito attrezzo o di una forchetta per far si che il condimento aderisca bene.
    • Posizionare man mano gli gnocchi su di un grande piatto o in un vassoio leggermente infarinato senza sovrapporli.
    • Cuocerli il prima possibile in acqua bollente salata.
    • Scolarli appena vengono a galla.
    • Condirli con la salsa di noci, potete trovare la ricetta qui.

Conservazione degli gnocchi:

  1. Da crudi:

    • Uno svantaggio degli gnocchi  fatti in casa è quello che una volta preparati vanno cotti subito altrimenti diventano gommosi.
    • Per conservarli in modo egregio io ho provato a metterli in freezer. Il risultato è stato ottimo.
    • Sistemare gli gnocchi ben distanziati gli uni dagli altri in vassoi, coprirli e porli in freezer fino al loro indurimento.
    • Successivamente si possono  riporre gli gnocchi in sacchetti di plastica in modo da occupare meno spazio in freezer .
    • Al momento della cottura tuffare gli gnocchi ancora congelati in acqua bollente e aspettare che tornino a galla.
    • Saranno come quelli freschi.

    Da cotti:

    • Una volta conditi si possono mettere in frigo e consumarli al massimo il giorno dopo, magari scaldandoli al microonde, certo non saranno buoni come appena fatti.
    • Si possono, anche in questo caso, mettere in freezer e scaldarli all’occorrenza, in padella o al microonde.

Note

Se questa ricetta ti è piaciuta continua a seguirmi sulla mia pagina facebook Gineprina in cucina per restare sempre aggiornato sulle novità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.