dado vegetale con e senza l’uso del bimby

Il dado vegetale insieme a quello di  carne  è un’ottima e più sana alternativa al dado da brodo industriale ricco di addensanti, conservanti, coloranti e altro

La prima volta che ho provato a fare il dado vegetale ho usato la ricetta base bimby che illustro per prima.

Chi non possiede il bimby può realizzarlo ugualmente seguendo il procedimento riportato più in basso.

INGREDIENTI:

1 cipolla

2 carote

1 zucchina

200 gr di sedano

1 pomodoro

1 spicchio d’aglio

alcune foglie di rosmarino, salvia e basilico

1 foglia di alloro (a piacere)

30 gr di vino bianco secco

200 gr di sale grosso

1 ciuffo di prezzemolo

50 gr di parmigiano grattuggiato (a piacere)

1 cucchiaio di olio

PROCEDIMENTO CON L’USO DEL BIMBY:

Pulire, lavare e tagliare tutte le verdure e inserirle nel boccale, tritare: 10 sec. vel. 7.

Unire il sale, l’olio e il vino, cuocere tenendo il misurino inclinato: 20 min. varoma vel. 2.

Aggiungere il parmigiano e portare a vel. 6 lentamente.

Successivamente omogenizzare il tutto: 1 min. da vel. 1 a Turbo.

Se si preferisce addensare ulteriormente, continuare per il tempo necessario la cottura: Varoma vel. 2.

Invasare in vasetti di vetro sterilizzati, richiuderli e lasciarli raffreddare completamente.

Conservare il dado vegetale in frigo per qualche mese.

Io di solito ne lascio un barattolino in frigo e l’altro lo divido nei contenitori del ghiaccio che metto in freezer in modo da tirarne fuori una porzione alla volta.

PROCEDIMENTO SENZA L’USO DEL BIMBY: 

Pulire e tagliare a tocchetti le verdure.

Preparare una padella e far rosolare olio extravergine, la cipolla tagliata a pezzetti e le verdure.

Quando le verdure risultano morbide aggiungere il sale.

Abbassare il fuoco e lasciare cuocere per quasi un’ora a fiamma medio bassa, controllando e girando di tanto in tanto finché vediamo asciugarsi bene il composto.

Frullare tutto fino a ottenere una crema densa.

Invasare in vasetti di vetro sterilizzati, richiuderli e lasciarli raffreddare completamente.

Conservare il dado vegetale in frigo per qualche mese.

Io di solito ne lascio un barattolino in frigo e l’altro lo divido nei contenitori del ghiaccio che metto in freezer in modo da tirarne fuori una porzione alla volta.

 

 

Precedente dado di carne con e senza l'uso del bimby Successivo arrosto del pastore