Pizzelle fritte farcite con baccalà, acciughe e cavolfiore

Le pizzelle fritte farcite con baccalà, acciughe e cavolfiore o scarpelle sono una ricetta tradizionale natalizia molisana. Questa è una di quelle ricette che le nonne insegnano alle mamme e che si tramandano nel tempo, tanto che le dosi, normalmente si calcolano ‘ad occhio’, ma non temete qui ho riportato la quantità precisa di ogni ingrediente. Si tratta di frittelle di pasta lievitata, che vengono farcite con cimette di cavolfiori, pezzetti di baccalà e filetti di acciuga, che si preparano alla vigilia di Natale e che si servono come antipasto o come contorno.

Pizzelle fritte farcite con baccalà, acciughe e cavolfiore
  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    40 minuti
  • Porzioni:
    30 pezzi circa
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • Farina 400 g
  • Acqua (tiepida) 400 ml
  • Sale fino 10 g
  • Lievito di birra fresco 6 g
  • Cavolfiore 200 g
  • Baccalà (ammollato) 200 g
  • Acciughe sotto sale 10

Preparazione

  1. Sbriciolare il lievito di birra fresco e scioglierlo nell’acqua tiepida. Aggiungere metà della farina, mescolando a mano o nella planetaria energicamente per inglobare più aria possibile. Unire il sale e il resto della farina.

  2. L’impasto dovrà risultare molto morbido. Coprire con uno strofinaccio pulito e lasciar lievitare in un luogo caldo, ad esempio nel forno chiuso e con la sola luce accesa, per 30 – 45 min..

  3. Dividere il cavolfiore in cimette, lavarle sotto l’acqua corrente e lessarle in acqua bollente salata per 7 – 8 min. dalla ripresa del bollore. Scolare il cavolfiore e lasciarlo raffreddare.

  4. Sciacquare le acciughe sotto l’acqua corrente per eliminare il sale in eccesso, aprirle, separando i due filetti, eliminare la lisca centrale e quelle più piccole eventualmente presenti. Tagliare ogni filetto in tre pezzi.

  5. Sciacquare il baccalà, eliminare tutte le lische e tagliare il filetto a dadini. Mettere a scaldare abbondante olio di semi. Sarà sufficientemente caldo quando, lasciando cadere un po’ di impasto nell’olio, questo inizierà subito a sfrigolare e tornerà immediatamente a galle. Se l’impasto diventa immediatamente scuro, vuol dire che l’olio è troppo caldo.

  6. Immergere un pezzetto di cavolfiore nella pastella lievitata, raccoglierlo con un cucchiaio e lasciarlo cadere nell’olio bollente. Non mettete troppe pizzelle a cuocere, altrimenti l’olio si raffredderà e si impregneranno di olio. La stessa procedura dovrà essere seguita per gli altri ingredienti, di acciughe in genere ne metto tre pezzetti per pizzella.

  7. Far cuocere le scarpelle a fuoco medio, girandole per farle dorare in modo uniforme e per farle cuocere anche all’interno. Scolarle e lasciarle sgocciolare in un ragno adagiato su una ciotolina, così che non restino a contatto con l’olio. Le pizzelle fritte farcite con baccalà, acciughe e cavolfiore sono pronte per essere gustate!

  8. Valle d’Aosta: Tegole e fiocca http://www.acasadivale.ifood.it/2017/12/tegole-valdostane-fiocca.html
    Piemonte: Coppa sabauda: il Piemonte va in Toscana https://acquacottaf.blogspot.com/2017/12/coppa-sabauda-il-piemonte-va-in-toscana.html
    Liguria: Finocchini di Sarzana https://arbanelladibasilico.blogspot.com/2017/12/litalia-nel-piatto-natale-doni-di-gusto.html
    Lombardia: La crema lodigiana http://www.kucinadikiara.it/2017/12/la-crema-lodigiana.html
    Trentino-Alto Adige: Lebkuchen http://www.dolcementeinventando.com/2017/11/lebkuchen-un-dolce-regalo-natalizio.html
    Friuli-Venezia Giulia: Putizza http://zuccheroandcannella.it/putizza/
    Emilia Romagna: Lo Sburlon, il liquore con mele cotogne https://zibaldoneculinario.blogspot.com/2017/12/lo-sburlon-il-liquore-con-mele-cotogne.html
    Toscana: Cassata fiorentina https://acquacottaf.blogspot.com/2017/12/cassata-fiorentina.html
    Umbria: Tozzetti https://www.dueamicheincucina.it/2017/12/tozzetti.html
    Molise: Pizzelle fritte farcite https://blog.cookaround.com/gildabias/pizzelle-fritte-farcite-con-baccala-acciughe-e-cavolfiore/
    Campania: Mostaccioli napoletani al caffè https://fusillialtegamino.blogspot.it/2017/12/mostaccioli-napoletani-al-caffe.html
    Basilicata: Le pettole lucane http://blog.giallozafferano.it/lalucanaincucina/le-pettole-lucane/
    Puglia: I cuscini di Gesù Bambino https://breakfastdadonaflor.blogspot.com/2017/12/cucina-pugliese-i-cuscini-di-gesu.html
    Calabria: I ravioli di ceci https://ilmondodirina.blogspot.com/2017/12/ravioli-di-ceci.html
    Sicilia: Cassata siciliana al Forno http://www.profumodisicilia.net/2017/12/02/cassata-siciliana-al-forno/
    Sardegna: Pilau alla Cagliaritana con frutti di mare https://dolcitentazionidautore.blogspot.com/2017/12/piliau-alla-cagliaritana-con-frutti-di.html

 
Precedente Ragù alla siciliana Successivo Torta con acchiappasogni in pasta di zucchero

10 thoughts on “Pizzelle fritte farcite con baccalà, acciughe e cavolfiore

  1. Girando tra le varie proposte trovo ricette simile alle nostre ma diverse per tanti ingredienti. Ad esempio queste le facciamo solo con baccalà o solo con le acciughe. Quest’anno le provo con la tua ricetta. Grazie.

  2. Benvenuta, innanzitutto!!!
    Io sono una di quelle che in casa frigge poco, anzi per nulla,…. ma principalmente perché non faccio in tempo a finire di friggere che mi sono msngusta tutto!!!
    E questa sarebbe la fine che farebbero le tue pizzelle!!!!!
    Elisa

Lascia un commento