Crea sito

Marmellata di albicocche fatta in casa

Cosa c’è di meglio di una buona e genuina marmellata di albicocche fatta in casa? Facile da preparare, con i trucchetti che svelerò nella ricetta, economica, ma dal sapore impareggiabile.
In estate le albicocche fresche e mature con il loro bel colore caldo ed invitante si trovano in ogni mercato o negozio, se poi avete la fortuna come me di averne un albero nel giardino di vostra madre, non potete proprio esimervi da cimentarvi nella preparazione di questa semplice ricetta.
Pensate poi a quanti ottimi modi per consumare questa gustosissima marmellata: dalle classiche fette biscottate alla marmellata della prima colazione, alla tradizionale crostata e ancora alla peccaminosa Torta Sacher o come ripieno per crepes dolci , io la uso perfino come topping per la cheesecake allo yogurt.

marmellata di albicocche fatta in casa
  • Difficoltà:Molto Bassa
  • Preparazione:20 minuti
  • Cottura:40 minuti
  • Porzioni:6 vasetti da 250 g
  • Costo:Basso

Ingredienti

  • Albicocche 2,5 kg
  • Zucchero 1 kg

Preparazione

  1. Eliminare il picciolo e lavare bene le albicocche sotto l’acqua corrente fredda. Per la preparazione della marmellata di albicocche fatta in casa utilizzare delle albicocche mature, che saranno più dolci e saporite, e preferibilmente non trattate. A dirla tutta tengo anche le albicocche un po’ ammaccate, delle quali elimino la parte annerita e tengo tutto il resto; sarebbe un peccato buttare della frutta ancora buona! Non occorre sbucciarle, è sufficiente dividerle, eliminare il nocciolo e tagliarle in pezzi piccoli, in modo che la frutta si sfaldi durante la cottura e non rimangano i pezzettoni.

  2. Trasferire le albicocche tagliate in una pentola capiente, preferibilmente dal fondo alto, che non dovrà assolutamente essere riempita per più di 3/4, perché la marmellata, ribollendo, aumenterà di volume, fuoriuscendo sui fornelli e combinando un disastro. Vi lascio solo immaginare cosa sarà poi pulire tutto quell’appiccicaticcio.

  3. Mescolare molto bene a freddo con lo zucchero.

  4. Portare ad ebollizione la marmellata su fuoco medio-basso, mescolando di tanto in tanto, per evitare che attacchi al fondo della pentola e bruci. Mescolare continuamente durante la bollitura, che se dovesse essere eccessiva, basterà abbassare ancora la fiamma per attenuarla.

  5. I vasetti, che verranno usati per conservare la marmellata, ed i relativi tappi, dovranno essere precedentemente sterilizzati. Lavarli e metterli in una grossa pentola piena di acqua fredda. Portare a bollore, abbassare la fiamma e lasciar sobbollire per una trentina di minuti. Con molta cautela, per evitare di scottarsi, porli a testa in giù su un canovaccio pulito o meglio ancora su una grata e lasciarli sgocciolare ed asciugare.

  6. Per accertarsi che la marmellata sia pronta c’è un piccolo trucco. Versare un cucchiaino di marmellata su un piattino freddo ed inclinarlo, se la marmellata scivolerà via immediatamente, perché ancora troppo liquida, prolungare la cottura di altri 10 min. Ripetere la prova all’occorrenza. E ancora, se preferite una marmellata più omogenea, senza nessun pezzettino di frutta, passatela con il frullatore ad immersione, facendo attenzione agli schizzi bollenti.

  7. Prestando sempre attenzione a non scottarvi (il mio consiglio è di tenere i vasetti con uno strofinaccio o un guanto da forno), riempire i vasetti con la marmellata ancora bollente, io lo faccio con la marmellata ancora sul fuoco. Tappare bene, rovesciare i vasetti e lasciar raffreddare completamente prima di riporli. La preparazione è stata un po’ lunga e laboriosa forse, ma ammettete che ora state guardando soddisfatti i vostri piccoli e carini vasetti pieni di deliziosa marmellata di albicocche fatta in casa!

Note

Se le albicocche non sono mature, tagliarle, raccoglierle in una ciotola, mescolarle con lo zucchero e lasciarle macerare per almeno un paio di ore, coperte. Proseguire quindi con la cottura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.