Crostata alla marmellata di pesche

La crostata alla marmellata di pesche è uno dei dolci più classici, buona per tutte le occasioni: per colazione, per merenda, per l’ora del tè, da gustare dopo un pasto o solo per soddisfare la voglia di qualcosa di buono. Prepararla non è difficile, nella ricetta ho utilizzato il robot da cucina per la pasta frolla, ma solo per velocizzare i tempi, altrimenti si può farla a mano e il risultato sarà comunque perfetto! Amo la marmellata di pesche, ma sinceramente non disdegno la marmellata di amarene o di fichi, le varianti sono davvero tantissime, dai gusti più classici ai più esotici, che soddisferanno ogni palato!

crostata alla marmellata di pesche
  • Preparazione: 30 Minuti
  • Cottura: 40 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 10
  • Costo: Economico

Ingredienti

  • 350 g marmellata di pesche
  • 2 Uova
  • 400 g Farina 00
  • 120 g zucchero semolato
  • 100 g Burro
  • 1 Scorza di limone

Preparazione

  1. Mettere nel robot da cucina la farina, lo zucchero a velo, il burro freddo tagliato a pezzi, l’uovo e la scorza di limone (precedentemente lavato ed asciugato) grattugiato. Lavorare gli ingredienti alla massima velocità, giusto il tempo necessario per permetter loro di mescolarsi, alla fine potresti ottenere un impasto piuttosto sabbioso e niente affatto compatto. Non preoccuparti, perché è del tutto normale. Trasferire il contenuto del robot sul piano di lavoro ed impastare con le mani, il cui calore farà ammorbidire il burro e permetterà all’insieme di amalgamarsi.

    Se procedete a mano, versare la farina a vulcano sul piano di lavoro e aggiungere tutti gli ingredienti all’interno. Lavorare con la punta delle dita, partendo dal centro e inglobando man mano tutta alla farina, poi impastare fino ad ottenere un panetto liscio ed omogeneo.

  2. Impastare fino ad ottenere un panetto liscio ed omogeneo. Se necessario aggiungere 1 cucchiaino di latte freddo, ma solo nel caso in cui l’impasto non volesse proprio saperne di amalgamarsi. Appiattire il panetto, avvolgerlo in un foglio di pellicola alimentare e lasciarlo riposare in frigorifero per una mezz’ora.

  3. Trascorso il tempo di riposo, recuperare la pasta frolla dal frigorifero e stenderla, con un metterello, in una sfoglia di circa 6 mm direttamente su un foglio di carta. Se necessario infarinare leggermente la superficie del panetto, per evitare che il matterello si attacchi alla pasta. Spostare la sfoglia con tutta la carta forno in una tortiera del diametro di circa 27 cm dai bordi bassi, facendo aderire bene la sfoglia al fondo ed ai bordi. Passare il mattarello sul bordo della tortiera, in modo da tagliare la pasta frolla in eccesso e pareggiare la superficie.

  4. Bucherellare il fondo della crostata con i rebbi di una forchetta, così che non si gonfi durante la cottura e riempirla con la marmellata, pareggiandola poi con un cucchiaio o una spatola.

  5. Recuperare la pasta frolla avanzata, impastarla velocemente e stenderla, infarinando leggermente sia il piano di lavoro che la superficie della pasta. A questo punto si può procedere con la decorazione classica, cioè tagliando delle strisce di pasta e disponendole sulla marmellata a formare dei quadrati o dei rombi oppure si può optare per una decorazione più fantasiosa. In questo caso ho scelto delle margherite e delle foglie. Usate la fantasia! Infornare crostata di marmellata di pesche in forno già caldo a 180° per circa 40 min., sul penultimo piano in basso del forno. Lasciarla raffreddare completamente prima di trasferirla sul vassoio, altrimenti si romperà.

Note

La crostata di marmellata di pesche può essere conservata anche per tre giorni a temperatura ambiente, ma ben chiusa in un apposito contenitore per dolci o avvolta da un foglio di pellicola o di alluminio, in modo che non sia esposta all’aria e non si ammorbidisca.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.