Crea sito

Ciambella lievitata al pesto e fontina

La ciambella lievitata al pesto e fontina è una delizia da gustare in compagnia. Questa sfiziosa ricetta è composta da tante palline di impasto della pizza, condite e completamente avvolte da pesto genovese e fontina, che una volta cotte si staccano facilmente, rendendo semplice e simpatico porzionarla. La ciambella lievitata al pesto e fontina può essere servita accompagnata da salumi e formaggi per una cena informale o come aperitivo.

ciambella lievitata al pesto e fontina
  • Preparazione: 50 Minuti
  • Cottura: 70 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni:
  • Costo: Basso

Ingredienti

Per l'impasto

  • 450 g Farina
  • 250 ml Acqua (tiepida)
  • 10 g Lievito di birra fresco
  • 1 cucchiaio Sale fino

Per il condimento

  • 3 cucchiai Pesto alla Genovese
  • 100 g Fontina
  • q.b. Olio di oliva (per ungere)

Preparazione

  1. Nella preparazione ho adoperato un’impastatrice, ma a mano il procedimento è lo stesso.

    Versare nella ciotola della planetaria l’acqua tiepida, aggiungere il lievito di birra sbriciolato e mescolare fino a farlo sciogliere completamente. Aggiungere gradualmente metà della farina, continuando a lavorare l’impasto.

  2. Unire un cucchiaio di sale fino, quindi il resto della farina e lavorare fino ad ottenere un impasto uniforme ed omogeneo. Trasferire l’impasto sul piano di lavoro ed impastare, finché risulterà liscio, elastico e morbido, ma non appiccicoso. Più impastate, meglio è.

    Consiglio: se l’impasto dovesse risultare troppo duro, impastare con le mani bagnate; se dovesse risultare troppo molle cospargere il piano con poca farina e continuare ad impastare, inglobandola.

  3. Formare una palla con l’impasto, metterla in una ciotola leggermente infarinata, coprire la ciotola con un canovaccio pulito e far lievitare per un paio di ore o, comunque, finché il volume dell’impasto sarà almeno raddoppiato. In inverno consiglio di metterla nel forno con la sola luce accesa o vicino ad una fonte di calore, ad esempio il termosifone o il camino.

  4. Rovesciare l’impasto ormai lievitato sul piano di lavoro, lavorarlo velocemente per pochi secondi e suddividerlo in pezzetti di circa 25 g l’uno. Con i pezzetti formare delle palline e raccoglierle tutte in una ciotola.

  5. Condire con il pesto genovese e con la fontina grattugiata con una grattugia a fori larghi.

  6. Mescolare delicatamente, ma accuratamente gli ingredienti della ciambella lievitata al pesto e fontina, in modo che ogni pallina sia ben avvolta e insaporita dal condimento. Ungere una forma a ciambella dal diametro di circa 26 cm con dell’olio di oliva e trasferirvi le palline, disponendo le palline allo stesso livello.

  7. Coprire la ciambella con un canovaccio pulito e farla lievitare nuovamente in luogo caldo per circa 30 min. Una volta terminata la seconda lievitazione, togliere il canovaccio e coprire con un foglio di alluminio, per evitare che durante la cottura la superficie bruci. Infornare in forno statico già caldo a 175° per 35 min. Eliminare il foglio di alluminio e completare la cottura per altri 35 min. A fine cottura togliere dal forno la ciambella lievitata al pesto e fontina e lasciarla riposare una decina di minuti prima di servirla.

Note

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.