Castagnole di Carnevale al cacao e arancia

Castagnole di Carnevale al cacao e arancia

Le castagnole di Carnevale al cacao e arancia, chiamati anche zeppole o tortelli, a seconda della zona geografica, sono una variante ancora più golosa e profumata di questi famosi dolci molto consumati durante questa festività. Le castagnole sono dolcetti di origine romagnola tipici del Carnevale, croccanti fuori e morbidi all’interno, l’impasto viene fritto e poi rotolato nello zucchero semolato  Nella mia versione l’impasto base viene arricchito da cacao amaro e scorza e liquore all’arancia che li rende ancora più irresistibili.

Castagnole di Carnevale al cacao e arancia

Ingredienti per circa 30 castagnole:

  • 190 g di farina 00,
  • 20 g di cacao amaro,
  • 1 uovo grande (circa 70 g con il guscio),
  • 50 g di zucchero semolato,
  • 40 g di burro ammorbidito,
  • 2 cucchiai di liquore all’arancia,
  • la scorza grattugiata di 1 arancia,
  • 1/2 bustina di lievito per dolci,
  • un pizzico di sale,
  • olio di semi per friggere,
  • zucchero semolato per la copertura.

Preparazione:

  • In una ciotola capiente mescolate la farina setacciata, il cacao amaro e il lievito per dolci.
  • Create un avvallamento al centro ed inseritevi lo zucchero, l’uovo, il burro ammorbidito, il liquore (se volete provare a prepararlo in casa la ricetta QUI), la scorza grattugiata e il sale.

Variante: se non volete usare il liquore, potete sostituirlo con 2 cucchiai di latte freddo.

  • Amalgamate con una forchetta gli ingredienti messi al centro, poi pian piano inglobare la farina. Quando l’impasto sarà diventato troppo duro da lavorare con la forchetta, trasferite su un piano da lavoro e iniziate ad impastare con le mani, fino ad assorbite completamente gli ingredienti secchi … facendolo inizierete già a sentire il delizioso profumo di cacao e arancia, che io adoro!
  • Quando avrete ottenuto un impasto liscio e leggermente appiccicoso, ma non troppo mi raccomando, formate una palla, avvolgetela in un foglio di pellicola trasparente da cucina e lasciatela riposare in frigorifero per mezz’ora.
  • Terminato il tempo di riposo, prendete la palla di impasto e dividetela in pezzetti di circa 12 g l’una e date loro la forma di tante palline, facendole roteare tra i palmi delle mani, come se faceste delle polpettine.
  • Scaldate abbondante olio di semi in una padella dai bordi alti oppure in una pentolina, le castagnole, infatti, per cuocere bene, dovranno essere completamente immerse nell’olio.
  • Per accertarvi che l’olio sia caldo al punto giusto, buttate in padella un pezzettino di impasto, se farà subito le bollicine e salirà a galla la temperatura è perfetta; se rimarrà sul fondo lasciate scaldare ancora un po’; se invece diventerà subito scuro, vuol dire che l’olio è troppo caldo, in questo caso toglietelo dal fuoco e lasciatelo raffreddare un po’ oppure aggiungete ancora un po’ di olio freddo.
  • Immergete poche castagnole per volta (al massimo 6), per evitare che l’olio si raffreddi e che i dolcetti s’impregnino d’olio, lasciatele friggere indicativamente per 4 minuti a fuoco moderato, smuovendole con un mestolo forato a metà cottura. Scolatele e ponetele a perdere l’olio in eccesso su un ragno posto su una scodellina, in modo che l’unto non rimanga proprio in contatto con le castagnole, ma goccioli sul fondo.
  • Passate le castagnole di Carnevale al cacao e arancia nello zucchero semolato e gustatele sia tiepide che fredde.

Conservazione: conservate in un contenitore a chiusura ermetica, le castagnole si conserveranno bene per un paio di giorni.

Una risposta a “Castagnole di Carnevale al cacao e arancia”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *