Taralli pasquali con naspro

Taralli pasquali con naspro senza glutine 

Una ricetta che mi porta lontana nel tempo i taralli pasquali con naspro. Mi riporta ai tempi di quando il mio palato era ancora glutinoso e i taralli li preparava una mia zia e li chiamava le pastarelle di Pasqua. Quindi io mi son messa all’opera per restituire al mio palato sglutinata i sapori di una volta… taralli pasquali con naspro

Ingredienti:

  • 500 gr di farina senza glutine
  • 1/2 bicchiere di olio
  • 3 uova intere + 1 albume
  • 100 gr di zucchero
  • Scorza grattugiata di mezzo limone
  • 10 gr di ammoniaca
  • 15 ml di liquore tipo rum

Per la glassa:

  • 250 gr di zucchero
  • Mezzo limone spremuto
  • 50 ml di acqua

Preparazione:

Per la preparazione dei taralli Pasquali con naspro potrete utilizzare il metodo tradizionale della farina senza glutine sulla spianatoia con al centro tutti gli ingredienti oppure lavorare con una planetaria o con il Bimby.

Io ho utilizzato il Bimby. Innanzitutto inserite nel boccale lo zucchero con la scorza di limone e lasciate lavorare per 10 secondi a velocità 8/9 in modo che venga ridotto tutto in polvere. Quindi aggiungete gli altri ingredienti e lasciate lavorare e amalgamare per 2/3 minuti con funzione spiga.

Una volta pronto l’impasto dei taralli pasquali con naspro senza glutine scaravoltarlo su di un piano di lavoro infarinato e lasciarlo riposare per una mezz’oretta circa.

A questo punto recuperate la pasta e tagliatela in pezzetti e di ciascun pezzetto ricavatene un salsicciotto dello spessore pari a un centimetro e mezzo. Dividete il salsicciotto in tanti segmenti da 15-20 cm, uniteli alle estremità in modo da creare delle ciambelline o dei taralli senza glutine. Sistemate i taralli su di una placca rivestita di carta forno distanziandoli tra di loro. Cuocete i taralli pasquali con naspro senza glutine in forno a 180° per circa 25-30 minuti dovranno risultare ben dorati e lasciate raffreddare.

Nel frattempo preparate naspro. In un pentolino unite l’acqua con lo zucchero e quando quest’ultimo si sarà sciolto toglietela pentola dal fuoco e aggiungete la buccia di mezzo limone grattugiato e il succo di limone. Mescolate bene finché il naspro non sarà di colore bianco.

Immergetevi  le ciambelline un po’ per volta e poi mettete i taralli pasquali con naspro su di una gratella a raffreddare.  

Potrete conservare i taralli glassa senza glutine per un paio di settimane purché chiusi in un contenitore a chiusura ermetica e potrete mangiarli come sfizio in qualsiasi momento della giornata… 

                                               by Annagaia

 

 
Precedente Pasta carciofi e salsiccia Successivo Zeppole di pasta choux al cioccolato

3 commenti su “Taralli pasquali con naspro

I commenti sono chiusi.