Frittata di maccheroni con pesto

Frittata di maccheroni con pesto alla genovese.

Un gustoso piatto unico la frittata di maccheroni o, se la si vuol chiamare in un altro modo, pizza di maccheroni. Se, poi, nel prepararla aggiungiamo il pesto alla genovese per insaporirla diventa un piatto ancor più ricco di sapore. L’idea, come al solito me l’ha data mio marito, che mi ha chiesto di preparargliene una versione un po’ insolita. Invece di preparare la frittata di maccheroni che preparo di solito, cioè ripiena di mozzarella e prosciutto, ha ipotizzato un condimento un po’ più originale, cioè col pesto alla genovese. Anche stavolta mi ha trovata scettica per poi vedermi, puntualmente, ricredere dopo aver preparato e, soprattutto, assaggiato la ricetta.frittata di maccheroni con pesto alla genovese

Io ho sempre delle scorte di pesto alla genovese che preparo in estate, a settembre, quando ho tanto basilico profumato nelle fioriere e lo utilizzo per preparare dei vasetti con pinoli, aglio, formaggio e olio che conservo in congelatore. Mi è bastato scongelare un vasetto per poter realizzare questo piatto profumato e pieno di sapore. Naturalmente se non avete delle conserve di pesto, non disperate, basterà andare a comprarlo, non avrà lo stesso sapore ma vi si avvicinerà molto.

Ingredienti:

  • 250 gr di bucatini
  • 150/200 gr di pesto alla genovese fatto in casa
  • caciocavallo a dadini
  • due uova grandi
  • pecorino romano
  • pepe nero
  • aglio
  • peperoncino
  • olio di semi per friggere

Preparazione:

Sbollentare i bucatini, salando e scolando a cottura ultimata. Nel frattempo, in una padellina soffriggere uno spicchio di aglio e un pezzetto di peperoncino con un cucchiaio di olio extravergine di oliva e aggiungere il vasetto di pesto alla genovese.

In una scodella sbattere le uova con il pecorino romano grattugiato, pepe nero e un pizzico di sale finché non sono diventate spumose.

Quindi una volta che la pasta si è raffreddata mischiare la pasta con le uova, aggiungere il pesto soffritto e raffreddato e mescolare bene in modo che il tutto si amalgami.

Intanto in una padellina antiaderente mettere un bel po’ di olio di semi per friggere, farlo scaldare e dopo una quindicina di secondi versare, facendo attenzione a non scottarsi, metà dei bucatini conditi. Cospargere con il caciocavallo a dadini e coprire con l’altra metà del bucatini.

Far rosolare la nostra frittata di maccheroni col pesto alla genovese su entrambi i lati. Per girarla io utilizzo un coperchio piatto con un pomello in plastica di diametro un paio di centimetri più grande della padella oppure può essere utilizzato un piatto. Con questo secondo metodo, però, è un po’ più difficoltoso e in ogni caso, se proprio non volete rischiare una scottatura con l’ olio bollente, esistono in commercio delle padelline doppie che permettono di rigirare da un lato e dall’altro la frittata di maccheroni.frittata di maccheroni con pesto alla genovese

Una volta pronta la nostra frittata la metteremo su di un piatto foderato di carta assorbente in modo che venga assorbito l’olio in eccesso e, naturalmente, dovrà essere servita calda calda in modo che il caciocavallo che, si è sciolto all’interno, sia bello filante.frittata di maccheroni con pesto alla genovese

 

 

Variante sul tema: Ops dimenticato! Spesso io non faccio un’ unica frittata grande ma tante frittatine piccole ottenute con una semplice forchettata di bucatini: a casa mia oltre ad essere buongustai son pure difettosi, la frittata di maccheroni piace croccante…frittata di maccheroni con pesto alla genovese

Con tutto questo sapore, buon appetito

                                                                                                                                              by Annagaia

 
Precedente Pan carré senza glutine Successivo Cioccolato plastico senza glutine