Crea sito

Colomba ripiena di gelato

colomba ripiena di gelato senza glutine

Colomba ripiena di gelato

Una dolce delizia pasquale la colomba ripiena di gelato senza glutine è un modo originale di servire questo dolce lievitato. La farcia con il gelato renderà la colomba deliziosa e vi farà fare un figurone a tavola. Naturalmente è anche un modo originale di consumare le colombe che avanzano a Pasqua insieme alla quantità abnorme di cioccolato che rimane delle uova pasquali… Una golosa ricetta di riciclo e che spettacolare che sarà il vostro riciclo!colomba ripiena di gelato senza glutine

Ingredienti per la colomba ripiena di gelato al pistacchio e nocciola:

  • una colomba con canditi mandorlata senza glutine
  • 300 gr di gelato alla nocciola senza glutine
  • 300 gr di gelato al pistacchio senza glutine
  • 100 gr di cioccolato fondente
  • 50 gr di granella di nocciola
  • gocce di cioccolato q.b.
  • 50 gr di granella di pistacchi
  • grappa q.b per la bagna

Preparazione della colomba farcita con gelato a pistacchio e nocciola:

Semplice e veloce la preparazione della colomba ripiena di gelato senza glutine. In pochi passaggi creerete un dolce che stupirà tutti o, semplicemente, vi permetterà di riciclare una colomba pasquale che non sapete come consumare in modo originale e, soprattutto, goloso.

Innanzitutto tagliare la parte superiore della colomba e tenetela da parte: diventerà il coperchio.

Svuotate all’interno la colomba lasciando uno strato di colomba pari a circa un centimetro e mezzo sia sotto che nei lati.

Irrorate la colomba con uno sciroppo freddo preparato con una parte di grappa, una parte di acqua e un cucchiaio di zucchero. Fate prima sciogliere lo zucchero nell’acqua e poi a fuoco spento aggiungete la grappa.

Quindi procedete con la farcitura della colomba gelato.

Recuperate il gelato alla nocciola e fatelo ammorbidire per 10 minuti a temperatura ambiente, quindi fate un primo strato di farcitura con il gelato alla nocciola riempendo la colomba fino a metà. Cospargete con le gocce di cioccolato e la granella di nocciola.

Procedete ora con la farcitura con gelato al gelato al pistacchio, fatelo ammorbidire per 10 minuti a temperatura ambiente e fate un secondo strato con questo gelato fino a completo riempimento.

Richiudete, a questo punto, la colomba ripiena di gelato con la calotta tenuta da parte e inumiditela leggermente con lo sciroppo alla grappa.

Mettete in congelatore a raffreddare e nel frattempo preparate il cioccolato per la decorazione.

Sciogliete il cioccolato a bagnomaria e stemperatelo rimescoladolo con una spatola.

Con un cucchiaio o una sac à poche decorate la parte superiore della colomba farcita con il gelato, facendo ricadere il cioccolato fuso a pioggia in modo disomogeneo.

Cospargete con la granella di pistacchio, quando il cioccolato è ancora morbido, in modo che si incastoni bene.

Rimettete in congelatore e cacciate una mezz’oretta prima di consumarla.

Il cioccolato diventerà croccante e il tutto sarà una deliziosa bontà.

Qualche consiglio: Se non amate il gusto liquoroso potete sostituire la bagna a base di grappa con una bagna alla vaniglia oppure preparata con del succo di arancia che ci sta una meraviglia con l’aroma della colomba classica mandorlata.

Variante sul tema: Naturalmente se avete del gelato da consumare potete sbizzarrirvi con il gusto e preparare anche una colomba al cioccolato e nocciola o al caffè tipo tiramisù. Se poi avete un esubero di crema potete anche decidere di farcire una colomba senza glutine da mangiare come una torta. Davvero potrete sbizzarrirvi nella scelta delle varianti e magari fare un semplice tiramisù colomba da mangiare al cucchiaio.  

                                        by Annagaia

 

 

 

colomba ripiena di gelato senza glutine

 

 

Pubblicato da la mia cucina gluten free

Benvenuti nel mio blog... qui troverete tante ricette tutte, naturalmente, gluten free... Ho scoperto di essere celiaca a 37 anni e da quel giorno ho fatto e rifatto tutto ciò che di commestibile i miei occhi hanno visto... non è stato facile, ma non mi sono data per vinta... oggi dopo un pò di anni dico che la celiachia non è poi così brutta come avevo pensato all'inizio! Non sono una cuoca, tutt'altro, sono un consulente finanziario... quindi tutti... con un pò di buona volontà... possono cercare di raggiungere un obiettivo: le pari opportunità in tavola!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.