Crea sito

Chiacchiere senza glutine

chiacchiere senza glutine

Chiacchiere senza glutine

E visto che si avvicina il Carnevale iniziamo chiacchierando un po’ con le chiacchiere senza glutine… Friabili, sbriciolose, croccanti e super sglutinate le mie chiacchiere sono una vera bontà gluten free… Semplicemente spolverate con zucchero a velo vanigliato senza glutine oppure arricchite con cioccolato fondente, sono un dolce della tradizione carnevalesca che non possono non allietare i nostri palati sgluinati… Guardate: vi viene voglia di mangiarne una, dite la verità!!!chiacchiere senza glutine

Ingredienti per le chiacchiere senza glutine:

  • 200 gr di farina Molino Dalla Giovanna per dolci fritti o farina per pasta fresca
  • 100 gr di farina di riso glutinoso
  • 3 uova
  • 50 gr burro fuso
  • 40 gr zucchero
  • 2 cucchiai di grappa o rum
  • 8 g di lievito per dolci consentito
  • Buccia di mezza arancia
  • Buccia di mezzo limone
  • zucchero a velo senza glutine
  • olio per friggere

Procedimento per le chiacchiere gluten free:

Per preparare le chiacchiere senza glutine io ho usato il Bimby, ma potete usare anche una planetaria o il metodo tradizionale della farina a fontana sulla spianatoia.
Se usate anche voi il Bimby. Per prima cosa fate tritare la buccia di arancia e lo zucchero per 20 secondi a velocità 7
Poi aggiungete le uova e fate impastare per 30 sec. vel 5.
Allora aggiungete la farina setacciata, il burro fuso, il lievito per dolci e la grappa e lasciate lavorare per 10 sec vel 3 e poi 1 min modalità spiga.

Se non usate il Bimby basterà seguire tutti i passaggi del procedimento indicato con l’attrezzatura che avete a disposizione o usare tanto olio di gomito se usate il procedimento tradizionale della lavorazione sulla spianatoia, così come faceva sempre la mia mamma…

Pronto il panetto delle chiacchiere senza glutine, riponete in frigo per 30 minuti avvolto in un canovaccio.

Nel frattempo preparate la “nonna papera” che vi permetterà di dar forma alle vostre chiacchiere.

La sfoglia deve risultare essere molto sottile e tirata con la nonna papera è perfetta. La cosa importante è infarinare la sfoglia continuamente.

Procedete in questo modo: prelevate un pezzo di impasto, prima lo stendete col matterello, i modo da compattarlo e poi tiratelo prima a 1, poi ripiegate e tirate di nuovo a 1, poi a 2, poi a tre, se riuscite anche a 4.

Con la rotella ricavate tanti rettangoli, date un taglio al centro e riponete su un tavolo infarinato.

A questo punto preparate una pentola alta con abbondante olio di semi.

Fate raggiungere la temperatura facendo la prova dello stecchino e friggete 4 /5 chiacchiere per volta. All’inizio sembreranno cenci in acqua e poi vedrete che cominceranno a gonfiarsi e a fare bolle.

Sgocciolatele belle dall’olio in eccesso con una schiumarola e posizionatele su una gratella cosicché si asciughi l’olio tra una frittura e l’altra.

Lasciatele raffreddare.

Potrete decidere se guarnirle semplicemente con zucchero a velo vanigliato senza glutine oppure impreziosirle con del goloso cioccolato fondente.

In quest’ultimo caso fate sciogliere il cioccolato a bagnomaria e una volta sciolto, aggiungete il burro e amalgamate bene: la consistenza della cioccolata dovrà essere semi liquida!
Quindi dopo che le chiacchiere senza glutine saranno raffreddate, spolverate con zucchero a velo e guarnite col cioccolato fuso!chiacchiere senza glutine chiacchiere senza glutine

Poi coccolatevi un po’!!!

                                                                                                           by Annagaia

 

Pubblicato da la mia cucina gluten free

Benvenuti nel mio blog... qui troverete tante ricette tutte, naturalmente, gluten free... Ho scoperto di essere celiaca a 37 anni e da quel giorno ho fatto e rifatto tutto ciò che di commestibile i miei occhi hanno visto... non è stato facile, ma non mi sono data per vinta... oggi dopo un pò di anni dico che la celiachia non è poi così brutta come avevo pensato all'inizio! Non sono una cuoca, tutt'altro, sono un consulente finanziario... quindi tutti... con un pò di buona volontà... possono cercare di raggiungere un obiettivo: le pari opportunità in tavola!!!