Crea sito

Carciofo ripieno di frittata

Carciofo ripieno di frittata e cialda di pecorino

Un piatto unico e sostanzioso il carciofo ripieno di frittata è ricco di gusto e di sapore. Io amo i carciofi in tutte le loro preparazioni ma in assoluto quelli che preferisco sono quelli stufati alla napoletana che vengono preparati in tante varianti ripieni con la polpetta che può essere solo di carne o tipo polpetta fritta, in bianco o, anche, come le preparava il mio papà, col sugo di pomodoro. Ma io, che sono golosa e mi piace creare ricette nuove, ho pensato bene di creare carciofo in abbinamento con frittata e pecorino, che ho usato abbondantemente per dare sapore all’uovo e per creare una cialda croccante da usare da accompagnamento. Il risultato è risultato più che soddisfacente come dicono i vostri occhi e come potrebbe testimoniare il mio palato!carciofo ripieno di frittata con pecorino

Ingredienti per la ricetta del carciofo ripieno di frittata:

  • 4 carciofi grandi
  • un mazzetto di prezzemolo
  • 2 spicchi di aglio
  • sale q.b.
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • un uovo per carciofo
  • 4 cucchiai di pecorino stagionato grattugiato
  • pepe nero
  • pancetta o prosciutto crudo a dadini
  • una cialda di pecorino per ogni carciofo

Preparazione dei carciofi stufati con ripieno di frittata:

Per la preparazione del carciofo ripieno di frittata occorre, innanzitutto, un tegame bello capiente è alto perché i carciofi dovranno essere coperti totalmente in fase di cottura.

Cominciate con la prun carciofoeparazione dei carciofi.

Innanzitutto tagliate il gambo a filo con l’inizio del fiore e allargate con le dita ciascun carciofo, anche battendolo a testa in giù su di un tagliere. Poi, se li farcite e cuocete al momento basterà sciacquarli e metterli a gocciolare; se, invece, li farcite e li cuocete in un secondo momento vi converrà sciacquarli e metterli in una bacinella con acqua fresca e limone in modo che non anneriscano.

A questo punto preparate gli aromi che serviranno per farcire i carciofi stufati alla napoletana.

Tritate l’aglio e il prezzemolo e procedete alla farcitura dei carciofi, mettendo un poco d’aglio e prezzemolo, pecorino romano, pepe nero, un po’ di sale e un filo d’olio.

Procedete ora con la cottura.

Occorrerà una pentola bella alta almeno tre dita in più rispetto ai carciofi. Quindi posizionate all’interno i carciofi, uno di fianco all’altro, irrorate con un filo di olio, coprite con dell’acqua e aggiungete pochissimo sale. Aggiusterete di sale eventualmente alla fine della cottura.
Lasciate cuocere almeno per un’ora a fuoco moderato, dopo che l’acqua ha raggiunto il bollore. A fine cottura dovrà rimanere un po’ di sughetto, per cui se dovesse asciugarsi troppo, aggiungete qualche bicchiere di acqua.

A fine cottura allargate leggermente ciascun carciofo, sbattete in una ciotolina un uovo per volta con un cucchiaio di pecorino stagionato grattugiato e del pepe nero e versate il composto in un carciofo. Ripetete, poi, l’operazione per tutti i carciofi. Cospargete, infine, con i dadini di prosciutto crudo.

Ricoprite i con il coperchio e lasciate andare a fuoco lento per 10 minuti circa. La frittata di uova si solidificherà creando la farcitura.

E meravigliatevi della bontà di un piatto della tradizione, gustandolo foglia per foglia, fino ad arrivare al cuore frittatoso e formaggioso!

Un piccolo consiglio: I gambi non buttateli ma prendetene il cuore privandoli della parte legnosa e metteteli a cuocere insieme i fiore, una volta cotti saranno buonissimi.carciofo ripieno di frittata con pecorino e prosciutto

                                                 by Annagaia

 

 

 

Pubblicato da la mia cucina gluten free

Benvenuti nel mio blog... qui troverete tante ricette tutte, naturalmente, gluten free... Ho scoperto di essere celiaca a 37 anni e da quel giorno ho fatto e rifatto tutto ciò che di commestibile i miei occhi hanno visto... non è stato facile, ma non mi sono data per vinta... oggi dopo un pò di anni dico che la celiachia non è poi così brutta come avevo pensato all'inizio! Non sono una cuoca, tutt'altro, sono un consulente finanziario... quindi tutti... con un pò di buona volontà... possono cercare di raggiungere un obiettivo: le pari opportunità in tavola!!!