Crea sito

Trofie alla genovese – la ricetta tradizionale con patate e fagiolini

Trofie alla genovese Trofie alla genovese

Un classico, le trofie alla genovese, che il più delle volte viene chiamato con il semplice nome di “trofie al pesto”… ma non è proprio così. In Liguria il pesto è semplicemente quello che tutti conosciamo , mentre se sentiamo aggiungere”alla genovese” significa che la pasta non viene semplicemente condita con il pesto, ma cotta insieme a  patate e i fagiolini, come è antica tradizione fare da sempre. Il più delle volte, quando un non-ligure vede questo piatto rimane perplesso per un attimo ( mi è capitato persino che storcesse un po’ il naso) … ma solo fino al primo boccone, poi state certi che non farà più le trofie al pesto in un altro modo. La particolare foggia della pasta, cotta insieme ai fagioli e alle patate, crea un’armonia di sapori che è ideale per essere  condita con il pesto… in una parola, le trofie alla genovese sono un vero spettacolo. IO vi lascio la ricetta di famiglia, dove al posto dei classici pinoli mia mamma usava le noci ( e anche a me piacciono di più, a dire il vero) e la scelta del pecorino è sempre andata su un semistagionato per rendere il pesto ancora più cremoso, ma naturalmente potete prediligere quello classico… l’importante in questo caso non è tanto il pesto che preferite, ma il sistema di preparazione del piatto

Ingredienti

Per il pesto:
  • 160 g, di basilico ligure
  • uno spicchio d’aglio
  • 60 g. di parmigiano grattugiato
  • 70 g. di pecorino semistagionato
  • 150 g. di olio evo
  • 70 g. di gherigli di noci
  • sale q.b.
Per le trofie alla genovese:
    • 350 g. di trofie
    • 200 g di fagiolini
    • 2 patate medie

Procedimento

Sappiamo tutti che il pesto va fatto nel mortaio, ma noi siamo sempre di corsa e quindi oggi lo faremo con il mixer. Sciacquare il basilico e metterlo su un telo pulito, va asciugato molto bene o si ossiderà e il pesto verrà scuro. Aggiungere tutti gli altri ingredienti MENO IL SALE e frullare in modalità pulse, un poco alla volta, fermandosi spesso.
Se il pesto viene utilizzato subito aggiungere il sale solo all’ultimo, se invece lo conservate il frigo salatelo solo al momento dell’utilizzo.
Mettere l’acqua sul fuoco, e appena bolle salare e buttare i fagiolini in pezzi. Far cuocere 5/6 minuti, quindi aggiungere le patate tagliate a pezzi piccoli e appena l’acqua riprenderà il bollore aggiungere qualche goccia di olio evo e buttare le trofie.
Quando il tutto sarà cotto ( dipende dalla grandezza delle verdure e delle trofie) condirle con il pesto aggiungendo un altro poco di parmigiano e mescolando molto bene. Raccomando di tenere da parte un poco di acqua di cottura in caso risultassero troppo asciutte.
Servire le trofie alla genovese ben calde… non le lascerete più! 

Un primo piatto veloce, facile e gustoso che ha il sapore della primavera, facciamo le
Le avevo comprate per farle con il pesto come sempre, ma all’ultimo momento mi sono
Frittata di patate e ventricina Confesso che ero molto indecisa se pubblicare o meno la
Trippa alla ligure In tutta la Liguria  - ma in particolare a Genova - la
Un must della cucina ligure : la torta pasqualina, in questo caso la pasqualina di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.