Crea sito

Struffoli con involtini di arista

Piatti “da freddo” in questo periodo, saporiti e fumanti, quasi “consolatori”. Questo lo faceva mia nonna, e l’ho tirato fuori da un cassettino della memoria.
Lei li chiamava “struffoli”, e altro non sono che “ciuffetti” di polenta leggermente mantecata con l’olio e il parmigiano, disposti nel piatto di portata in questo modo perchè si irrorino il più possibile con il condimento.

  • DifficoltàBassa
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

per gli involtini

  • 400 garista (a fettine sottili)
  • 80 gpancetta
  • 80 gedam (a fettine)
  • 1carota
  • 1cipolla
  • 1gambo di sedano
  • 1/2 bicchierevino bianco secco
  • q.b.passata rustica di pomodoro

per gli struffoli

  • 200 gfarina per polenta (anche precotta)
  • q.b.olio evo
  • 3 cucchiaiparmigiano

Strumenti

  • Batticarne
  • Stuzzicadenti
  • Padella
  • Casseruola

Preparazione

  1. Preparare gli involtini assottigliandoli con il batticarne, quindi mettere prima una fettina di pancetta e poi una di edam (o sottilette, se preferite). Quindi fissarli ai lati con due stuzzicadenti.

  2. Soffriggere le verdure in un po’ d’olio evo, quindi aggiungere gli involtini e dorarli da tutti i lati. sfumare con il vino bianco e quindi aggiungere il pomodoro, portando a cottura in circa 15 minuti e lasciando che la salsa rimanga piuttosto liquida.

  3. Preparare la polenta nel modo classico, e a fine cottura aggiungere un paio di cucchiai di olio e il parmigiano. Mantecare bene e disporre nel piatto da portata formando gli “struffoli” con un cucchiaio.

  4. Disporre gli involtini al centro o a piacere, irrorando il tutto con la salsa.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.