Crea sito

Seppie in Zimino

Uno dei più tradizionali piatti di mare liguri che hanno invaso la vicina Toscana e credo molte altre zone, le seppie in Zimino continuano a essere uno dei modi più gustosi e “veri” di cucinare le seppie. Origini antiche e un sapore unico, da gustare quando si ha voglia di qualcosa di autentico e saporito, diciamo anche un po’ “rustico”. Semplici da realizzare, ideali anche come piatto unico accompagnandolo con una buona polenta o un riso Pilaf.

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

  • 700 gSeppie
  • 700 gbietole (coste)
  • 500 gpomodori pachino (o san marzano)
  • q.b.olio evo
  • 1cipolla
  • 1/2 bicchierevino bianco secco ((facoltativo))

Strumenti

  • Padella

Preparazione

  1. Tagliare le seppie in pezzi non troppo piccoli, affettare la cipolla, lavare le bietole e tagliarle in pezzi.

  2. Imbiondire la cipolla in poco olio, aggiungere le seppie e farle rosolare un poco.

  3. Sfumare con il vino ( nella ricetta originale non c’è, ma secondo me aggiunge un piacevole mordente), aggiungere le bietole e pomodori a pezzetti.

  4. Coprire la padella e far cuocere per circa 30 minuti a fuoco medio, girando ogni tanto, Qualora si asciugasse aggiungere un poco d’acqua.

  5. A cottura ultimata irrorare con olio evo e servire calde, accompagnando con polenta o riso pilaf.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.