Ravioloni di Gamberi

Sì, lo confesso, ho fatto questi ravioloni di gamberi per la cena di San Valentino, ma erano così buoni che sicuramente troverai un’altra occasione per gustarli – che ne so – un anniversario e un compleanno… o il cenone di San Silvestro! Insomma non aveva senso aspettare l’anno prossimo, no? Salvi la ricetta e la userai in qualche occasione romantica. Del resto chi è innamorato lo è sempre, giusto?
A parte gli scherzi…fantastici davvero, era un po’ che li avevo in mente e finalmente mi sono decisa. Grandi, corposi, un bel ripieno e anche semplice da realizzare. I pochi rimasti sono stati letteralmente “rubati” dal mio compagno il giorno dopo, persino prima dell’ora di pranzo. Via, via.. andiamo a impastare!

  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo20 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Per la pasta

  • 200 gfarina di semola
  • 2uova
  • 1 cucchiaioTriplo concentrato di pomodoro
  • q.b.Sale
  • 1 cucchiainoolio evo

Per il ripieno

  • 250 gGamberi sgusciati (o gamberetti)
  • 150 gricotta
  • 1uovo
  • q.b.Sale
  • 1 cucchiaioolio evo
  • MezzaScorza di limone (grattugiata)

Per il condimento

  • 1scalogno
  • 300 gPomodorini
  • q.b.olio evo

Strumenti

  • Planetaria
  • Padella
  • Tagliere
  • Mezzaluna
  • Ciotola
  • Sfogliatrice

Preparazione

  1. Prepariamo la pasta, unendo la farina, le uova, l’olio, il sale e il concentrato di pomodoro. Io l’ho fatta con la planetaria ma va benissimo anche impastata a mano.

  2. Una volta pronto l’impasto, lasciarlo riposare un poco, e nel frattempo occuparsi del ripieno.

  3. In un padellino antiaderente cuocere velocemente i gamberi con un cucchiaio d’olio, basteranno pochi minuti.

  4. Tritare i gamberi con la mezzaluna… so che può sapere di “antico” ma nel robot si sminuzzano troppo e io volevo “sentire” i pezzetti.

  5. In una ciotola mescolare i gamberi tritati grossolanamente con la ricotta, l’uovo e la buccia di mezzo limone grattugiata. Qualora l’impasto risultasse troppo morbido aggiungere un cucchiaino di pangrattato.

  6. Stendere la pasta con la sfogliatrice ( o con il mattarello se sei brava) dello spessore desiderato, io ho usato spessore 6, cioè sottile ma consistente.

  7. Formare i ravioli e ritagliarli, io avevo questo stampo carino a cuore e ho utilizzato quello, che giusto giusto mi era arrivato proprio quella mattina.

  8. Preparare il sughetto, a me è piaciuto semplice semplice, tagliando lo scalogno sottile , imbiondendolo nell’olio e aggiungendo i pomodorini tagliati in quattro. Dopo aver salati appena coprire la padella e farli cuocere nella loro acqua vegetativa. Dieci/quindici minuti e sarà pronto.

  9. Cuocere i ravioloni in abbondante acqua bollente salata, scolarli e versarli nella padella del sugo. Questo è un passaggio importante perchè saltandoli nel sughetto verrà assorbita l’acqua in eccesso che rimane all’interno scolandoli e diventeranno perfetti.

Per una cena romantica… o anche solo perchè sono… WOW!!!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.