Crea sito

Pizzicotti di tacchino al mais e semi

Perchè li ho chiamati pizzicotti di tacchino? Boh, per chiamarle polpette erano irregolari e un poco “strane”, diamo libero sfogo alla fantasia, anche a quella verbale! 🙂 In realtà la novità di questo piatto non è tanto la forma – che ricorda un po’ i brutti ma buoni – bensì l’impanatura, croccantissima e saporita che contrasta benissimo con il sapore delicato e morbido del composto di tacchino. Ora, adorando qualunque tipo di polpetta di ogni foggia, tipo  e consistenza, non potevo esimermi dal raccontarveli perchè erano davvero speciali, vorrà dire che entreranno nella mia “collezione” , anche se non scriverò mai un libro sulle polpette perchè qualcuno lo ha già fatto.. mangiamole va’!

  • Preparazione: 5 Minuti
  • Cottura: 7/8 Minuti
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: 12 pezzi
  • Costo: Molto economico

Ingredienti

  • macinato di tacchino 400 g
  • Uovo 1
  • parmigiano 3 cucchiai
  • Formaggio fresco spalmabile 2 cucchiai
  • Noce moscata qb
  • Sale qb
  • timo qb
  • farina di mais per polenta (anche precotta) qb
  • Semi misti (lino, sesamo, lino, ecc) qb
  • Olio di semi di girasole qb

Preparazione

  1. Mescolare il una ciotola il macinato di tacchino, l’uovo, i due formaggi, il timo e un pizzico di noce moscata. Salare appena e ottenere un impasto omogeneo.

  2. Mescolare in un piatto fondo 3/4 di farina di mais e 1/3 di semi misti ( si, quelli per panificazione), con l’impasto formare delle palline e rotolarle nella miscela di semi e farina. Dare una forma irregolare (tipo brutti ma buoni) e friggere in olio di semi di girasole. Gustare caldi, come secondo piatto o anche come finger-food realizzandoli magari più piccoli. Buon appetito!

Note

Quindi che si fa… pizzichiamo?

5,0 / 5
Grazie per aver votato!
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.