Crea sito

Mezzelune di porcini al cacao

Lo so, siamo tutti alla ricerca di piatti facili e veloci, ma ogni tanto la soddisfazione di realizzare dei bellissimi ravioli fa capolino, e quindi andare controcorrente può diventare una cosa gradevole.. se poi sono speciali come questi bhè,ne vale assolutamente la pena. Più  semplici di quanto possano apparire, le mezzelune di porcini al cacao hanno superato il giudizio dei palati più esigenti. Avete presente quelli che trovano il peli nell’uovo ? Ecco, rimasti esterrefatti da tanta bontà, voto 11, mi disse un amico “criticone”.. quindi mettiamo le mani in pasta ogni tanto, e sicuramente la soddisfazione sarà tanta.

  • Preparazione: 30 Minuti
  • Cottura: 10 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 6 persone
  • Costo: Molto economico

Ingredienti

Per la pasta

  • farina di semola 300 g
  • Uova 3
  • Cacao amaro in polvere 2 cucchiai
  • Sale 1 pizzico
  • olio 1 cucchiaio

Per il ripieno

  • Scalogno 1
  • porcini secchi 1 bustina
  • Vino bianco secco 1/2 bicchiere
  • ricotta 250 g
  • nepitella (o maggiorana) 1 pizzico
  • Uovo 1
  • Parmigiano reggiano 2 cucchiai
  • Sale 1 pizzico
  • olio evo qb

Preparazione

  1. Mettere a bagno i porcini secchi in acqua tiepida finchè non si saranno ammorbiditi, quindi strizzarli e filtrare l’acqua.

  2. Preparare l’impasto mescolando la farina di semola con le uova, il sale, l’olio e il cacao. Lavorare bene, naturalmente se avete la fortuna di avere una planetaria… ci penserà lei. Porre il panetto di impasto sul piano da lavoro, finire comunque a mano ( il calore della mano non è del tutto sostituibile) e lasciar riposare una decina di minuti.

  3. Nel frattempo far imbiondire lo scalogno in poco olio evo, quindi aggiungere i porcini e portare a cottura, aggiungendo il vino  e l’acqua filtrata.

  4. In un mixer mettere i porcini cotti, la ricotta, l’uovo, il parmigiano e un pizzico di nepitella ( se non l’avete potete sostituirla con un poco di maggiorana fresca). Frullare e controllare la consistenza, che deve essere corposa ma morbida, se fosse troppo liquida potete correggerla con un pizzico di pangrattato ( senza esagerare )

  5. A questo punto si possono confezionare le nostre mezzelune, stendendo la pasta dello spessore preferito ( qui non do indicazioni, a me piacciono non sottilissimi, ma generalmente va bene la penultima tacca della macchina per la pasta) e formando i ravioli con l’apposito stampino. Non lo avete? Bhè, potete fare dei semplici ravioli, il sapore non se ne offenderà 🙂

Note

Il condimento ideale per queste mezzelune è un bella salsa di noci… poi vedete voi secondo la vostra fantasia, ma consiglio almeno la prima volta di provarli così.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.