Fagiolini all’amatriciana

Fagiolini all'amatricianaFagiolini all’amatriciana

Un secondo piatto poco impegnativo e gustosissimo sono le uova con i fagiolini all’amatriciana. Poco lavoro , pochissima spesa e tanto sapore, ergo un secondo ideale per pranzo e per una cenetta al volo. Una rivisitazione della “francesina” che facevano le nostre nonne, che poi altro non era che uova con cipolla e pomodoro. Allora il contorno era il pane, ma al di là del “progresso” quante idee vincenti ci hanno trasmesso le nostre nonne?

– 500 g. di fagiolini verdi (anche surgelati)
– una cipolla grande ( o due piccole)
– 80 g. di pancetta dolce o guanciale
– passata rustica di pomodoro qb
– 4 uova
– un cucchiaino di zucchero
– 50 g. ca di pecorino grattugiato

– olio evo qb

Far imbiondire la cipolla tagliata finemente in poco olio evo con un pizzico di sale, a fuoco basso, non deve bruciare ma quasi sciogliersi. Aggiungere la pancetta spezzettata e alzare un poco il fuoco finchè non sarà rosolata.
Aggiungere quindi i fagiolini puliti ( se volete ottimizzare i tempi potete prima cuocerli un poco a vapore, io per lo più li metto direttamente crudi). Aggiungere la passata rustica di pomodoro e lo zucchero, che servirà ad eliminare l’acidità del pomodoro.
Coprire la padella e portare a cottura, mescolando ogni tanto e allungando con un poco d’acqua se necessario.
A cottura quasi ultimata formare quattro “buchi” con un cucchiaio di legno ovviamente uno alla volta) e mettere in ognuno un uovo. Mescolare leggermente l’albume al sugo, stando ben attenti a non spaccare il tuorlo.
Salare un poco i tuorli, coprire nuovamente la padella per un paio di minuti, quindi aggiungere il pecorino grattugiato e cuocere di nuovo a padella coperta per altri due minuti a fuoco basso.
Servire caldi con un filo d’olio evo a crudo.
I fagiolini all’amatriciana possono essere serviti secondo i gusti anche con una macinata di pepe nero, sono gustosissimi e risolvono la cena in modo semplice e veloce. Naturalmente si possono eliminare le uova e servirli come saporito contorno, soprattutto per carni bianche. 

un antico piatto della cucina povera, facile economico e saporito: la trippa finta, un ricordo
  Divertiamoci un po', e facciamo le cose al contrario :). Mi era venuta voglia di
La mia bisnonna  la chiamava "la francesina", e tutta la famiglia - di generazione in generazione
Certamente non poteva mancare,  maniaca come sono delle torte salate e delle rivisitazioni, questa deliziosa
Un classico, le zucchine con le uova, ma le avete mai presentate così? Io le
Precedente Tarte-tatin di peperoni in agrodolce Successivo Troccoli al tonno su vellutata di cannellini

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.