Crea sito

Crostata di semola al malaga

Come nasce un impasto nuovo? Semplice, dalla mancanza di ingredienti! Eh sì…voglio fare una crostata, sbatto le uova con lo zucchero per fare la frolla, apro il mio cassettone e..dov’è la farina? Finita, non ne rimane che qualche cucchiaio. Niente paura, oggi la frolla si fa con la semola… e per farcire, ricotta fresca e una morbida e ricca crema allo zabaione tempestata di uva passa,. Ed eccola qui: crostata di semola al malaga. Il “guscio” rimane un poco più croccante e più saporito, perfetto per contrastare la morbidezza del ripieno!

Per la frolla:

  • 300g. di farina di semola
  • un uovo intero e 2 tuorli
  • un pizzico di sale
  • 100 g. di zucchero
  • una bustina di lievito vanigliato
  • 125 g. di burro fuso

Per il ripieno:

  • 200g. di ricotta fresca
  • una tazza di crema pasticcera
  • tre cucchiai di uvetta
  • mezzo bicchiere di marsala all’uovo
  • due albumi montati a neve

Preparare la frolla come al solito miscelando gli ingredienti, tenere da parte gli albumi e montarli a neve ferma. Disporre la frolla in una teglia a cerniera imburrata e infarinata, coprire con la carta forno e una teglia più piccola, in modo da far lievitare poco il centro e molto i bordi.
Infornare per 10 minuti a 180°.
Nel frattempo preparare il ripieno: miscelare la ricotta con la crema,. aggiungere il marsala e l’uvetta precedentemente ammollata e leggermente infarinata, e per ultimi gli albumi montati a neve mescolando delicatamente. Sfornare , riempire con la crema livellando bene con una spatola, quindi finire la cottura in forno per altri 20 minuti. 

Il primo caldo comincia a farsi sentire, e qualche volta a un vero pranzo preferisco
Amo le crostate, la frolla che mi insegnò una cara amica è infallibile e particolare,
dei grandi ravioli con un ricco ripieno di cime di rapa e ricotta, conditi con
Di sicuro successo questa girandola di panbrioche, farcita con l’uvetta e una morbida crema pasticcera
Adoro qualunque torta salata, ma questa rimane tra le mie preferite:spinaci freschi saltati, ricotta e mandorle in

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.