“CrabCake” di pollo

Ammetto la mia ignoranza, non conoscevo i CrabCake. Non li avevo proprio mai sentiti, vedere la tv a volte serve, tuttavia :).. Sono un piatto tipicamente americano, del Maryland per ‘esattezza, tortini di granchio realizzati con ingredienti particolari.. io, almeno, non avevo proprio mai immaginato di mettere la maionese in un impasto. Colta da curiosià “impellente” volevo provarli subito, ma naturalmente il granchio non lo avevo. Beh, altro piatto “fusion”.. proviamoli con il petto di pollo!
Beh che dire? A parte il fatto che li ho cotti in forno e non fritti perchè la maionese mi sembrava più che sufficiente a soddisfare il bisogno di grassi ( ma gli americani si sa…) per il resto sono rimasta stupita dalla loro bontà. Presto li farò sicuramente di granchio come gli originali, ma almeno per ora la mia curiosità è stata appagata e le papille gustative anche, alla grande, per cui vi “passo” questa ricettina che ha veramente un suo perchè. Anzi diciamolo… erano una bomba di bontà! Perfetto anche come ricetta di riciclo quando avanza del pollo lesso eh!

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaFusion

Ingredienti

  • 500 gpetto di pollo (o polpa di pollo già cotta)
  • 1uovo
  • 100 gmaionese
  • 20 gsenape
  • 60 gpangrattato (o crakers sbriciolati)
  • 1 cucchiaiosalsa Worcestershire
  • 1 cucchiainotabasco (facoltativo)
  • 1 cucchiaioprezzemolo tritato
  • q.b.pangrattato (per impanare)
  • q.b.olio di semi di girasole

Strumenti

  • Mezzaluna
  • Frullatore a immersione per la maionese
  • Leccarda
  • Carta forno

Preparazione

  1. Lessare il pollo e tritarlo con la mezzaluna. In questo modo non si “frullerà” ma rimarrà a piccoli pezzettini, dando una consistenza migliore. In alternativa si può “sfilettare” rendendolo più simile al granchio come consistenza, ma sinceramente ne avevo poca voglia e ho usato, appunto, la mezzaluna.

  2. Aggiungere il pangrattato e mescolare bene.

  3. In un’altra ciotola mescolare la maionese con la senape, la worcerstershire e il tabasco. Inutile dire che l’ideale è una buona maionese fatta in casa, tanto con il frullatore a immersione si fa davvero in un minuto. Per me uno strumento indispensabile, soprattutto questo che ha una tripla funzione nel minimo spazio possibile.

  4. Unire i due composti, aggiungere l’uovo e mescolare molto bene. La consistenza dovrebbe essere giusta per poter lavorare il composto, qualora fosse troppo morbido si può aggiungere un pochino di pangrattato ulteriore, ma attenzione che non resti troppo duro.

  5. Formare delle polpette grandi circa 5/6 cm, quindi schiacciarli con le mani e avvolgerli di pangrattato. Io per renderli tutti uguali ho usato un coppapasta, pressando bene prima di mettere le tortine nel pangrattato.

  6. Foderare una leccarda con carta forno, disporvi le tortine e irrorare il tutto con un filo di olio di semi di girasole.

  7. Cuocere le tortine a 200° per circa 15 minuti finchè saranno belle dorate. Naturalmente – come da ricetta originale – si possono anche friggere. Servirle in ogni caso ben calde. Sono SPETTACOLARI!”

5,0 / 5
Grazie per aver votato!
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.