Costolette di agnello al sesamo

Costolette di agnello al sesamoCostolette di agnello al sesamo

Non preparavo le costolette di agnello al sesamo da tempo immemorabile, ne era golosissimo mio padre e da allora credo di non averle più fatte nè mangiate.
Ma l’altra sera non ho resistito, stranamente erano a buon prezzo e le ho comprate. Ora, le costolette già sono squisite in qualunque modo, ma questa impanatura – più quello che io chiamo il trucco delle due farine – le hanno rese davvero spettacolari, croccantissime fuori e molto tenere dentro, come si suol dire. Devo dirvi quanto erano buone? Ora ve le spiego e poi immaginatelo da soli!

– 600 g. di costolette d’agnello
– due uova
– sale qb
– farina di semola qb
– farina di mais ( quella per la polenta) qb
– pane grattugiato qb
– tre cucchiai di semi di sesamo
– olio per friggere ( io di girasole)

Preparare tre piatti: in uno miscelare in parti uguali la farina di semola e quella di mais ( io ho utilizzato quella per la polenta rapida), nel secondo sbattere le uova salando appena. Nel terzo piatto, un poco più grande, miscelare il pangrattato con i semi di sesamo.
Personalmente non ho battuto le costolette, le ho solo schiacciate appena con le mani.
Passare ogni cotoletta prima nella miscela di farine, coprendole bene, poi nell’uovo e infine nel pangrattato mischiato al sesamo.
La prima panatura di farine proteggerà la carne lasciandola molto morbida e umida.
Ripetere naturalmente l’operazione per tutte le cotolette, lasciandole sul terzo piatto.
Friggerle quindi in olio di semi e servire caldissime accompagnando con fette di limone ( personalmente non mi ci piace, ma molte persone lo gradiscono su tutti i fritti, e quindi…si mette in tavola)
Le costolette di agnello al sesamo sono un alternativa più simpatica alle classiche costolette passate nell’uovo e nel pangrattato e fritte, stupiranno i vostri ospiti e hanno un sapore ancora più squisito. 

Views All Time
Views All Time
731
Views Today
Views Today
1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.