.La ratatouille è un piatto povero contadino di origine francese, di solito si prepara in estate, ma dato che le verdure si trovano più o meno tutto l’anno, io lo cucino spesso.

E’ un piatto semplice ma saporito, formato da un “collage” di tante verdure tagliati a dadini e cotte prima separatamente, poi tutte insieme in modo da mescolare meglio i sapori e i profumi. Che buona la ratatouille!

ratatouille

 

Ratatouille, piatto povero della tradizione

Ingredienti

1 melanzana

2 zucchine sode

1 peperone giallo

1 peperone rosso

una cipolla

origano

olio

Tagliare la  cipolla a rondelle sottili e le verdure a dadini di dimensione media separate l’una dall’altra.  Ogni verdura che compone la ratouille viene cotta separatamente perchè ogni ortaggio richiede un tempo diverso e in questo modo eviteremo che alcune  verdure si spappolino e altre rimangano crude.

Mettere in un tegame possibilemente di coccio la cipolla tagliate a rondelle sottili e un pò di olio, aggiungere un giccio di acqua in modo da rendere il soffritto più leggero.

Togliere con la schiumarola le cipolla appena  cotta e metterla da parte, al suo posto nel tegame verseremo i peperoni a pezzetti.  Far cuocere coperti 5 o 6 minuti, metterli da parte insieme alle cipolle, salare e pepare.   Nel fondo di cotture aggiungere le zucchine che faremo cuocere per 7 o 8 mìinuti.

Toglierli dal tegame con la schiumarola, salarle al loro posto  metteremo le melanzane a tocchetti.  Sicuramente sarà necessario aggiungere altro olio perchè di solito le melanzane lo “bevono” veocemente. Portata a buon punto la cottura appoggeremo le melanzane cotte insieme a tutte le altre verdure e saleremo anche esse.

ratatouille

Piatto povero ma saporito

Rimangono da cuocere le patate fatte a dadini piccoli, incoperchieremo e aggiungiamo un pò di acqua in modo da rendere la cottura più veloce.

Dopo la salatura delle patare verseremo nel tegame tutte le verdure già cotte, mescolare con delicatezza in modo da non rovinare, nè schiacciare i vari dadini di verdure cotte. c

Controlare se è necessario ancora sale e pepe e come ultimo tocco aggiungere dell’origano fresco, far cuocere a fuoco basso per 5 o 10 minuti in modo che i sapori si fondano tra loro.

Servire la ratatouille tiepida oppure il giorno dopo riscaldata….fantastica

Se ti piacciono le mie ricette segui la mia Pagina Facebook 

 

 

 

 

3,749 Visite totali, 1 visite odierne

 
0 comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *