Crea sito

Paella di pesce e frutti di mare

La paella, come noto, è il piatto bandiera della cucina spagnola. Ne esistono molte varianti in Spagna: con i frutti di mare, con carne e pesce ma ognuna di esse è un’esplosione di sapore. Siete pronti a cimentarvi in questa ricetta? Vamos a cocinar!

  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni4
  • CucinaSpagnola

Ingredienti

  • 400 gRiso giallo (o Vialone nano)
  • 1 kgCozze
  • 200 gGamberetti
  • 1Calamaro (fatto ad anelli)
  • 1Rana pescatrice (a pezzi)
  • 1/2Peperone rosso (o verde dolce)
  • Peperoncino (va bene anche quello secco)
  • q.b.Paprika dolce
  • 150 gPiselli surgelati
  • Aglio
  • Cipolla
  • 5 cucchiaiPassata di pomodoro
  • 2 lBrodo di pesce
  • Succo di limone
  • 100 mlOlio di oliva
  • Zafferano in pistilli (oppure 1 bustina in polvere)
  • q.b.Sale

Strumenti

  • Pentola
  • Paellera o padella

Preparazione

  1. Pulite le cozze rimuovendo le barbe e le aderenze del guscio, e poi mettetele in una padella capiente (o se possedete la paellera) con un filo d’olio e uno spicchio d’aglio a fiamma alta. Appena si aprono, prendetele e mettetele in una ciotola a parte e filtrate il liquido di cottura. Pulite e sgusciate i gamberi (ricordate di togliere anche l’intestino) e con i gusci e le teste prepareremo il brodo per cuocere la nostra paella.

    Per fare un buon brodo prendete una pentola e inseriteci: acqua, gli scarti dei gamberi puliti prima, la testa della rana pescatrice delle verdure a pezzi a vostro piacimento; lasciate bollire per circa un’ora senza schiumare. Togliete poi il brodo dal fuoco e procedete a filtrarlo con un colino.

    Tornando alla nostra paellera, aggiungeteci olio e rosolate a turno i gamberi, la rana pescatrice, infine gli anelli di calamaro e man mano metteteli da parte insieme ad eventuale liquido di cottura. Senza lavare la paellera, mettete della cipolla tritata, olio, uno spicchio d’aglio ed il peperone a pezzetti, facendolo rosolare. Togliete poi l’aglio e inserite tutto il pesce che era stato messo da parte, la passata, il peperoncino e poi allungate con il brodo filtrato; unite la paprika i piselli e lo zafferano*. Appena il brodo bolle, versate il riso e portate a cottura finché non sarà completamente asciutto. Servire infine con spicchi di limone.

    *se utilizzate i pistilli, lasciateli in infusione in due cucchiai di brodo caldo per 10 minuti e poi versate il tutto.

La migliore paella si ottiene con il riso giallo, ma va bene anche del riso vialone nano.
Ciò che non va mai usato è il riso lungo o altri tipi di riso da quelli elencati .

NOTE

La paella può essere cotta anche in forno a 180 °C per 20 minuti.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.