AMATE IL FREDDO, FA BENE ALLA SALUTE! ECCO PERCHÉ

Chi ama l’estate e il caldo forse fatica a sopportare il freddo della stagione invernale. Eppure almeno per certi aspetti il freddo e le basse temperature fanno bene alla salute e sono d’aiuto per il nostro organismo.

Con l’arrivo dell’inverno le lamentele per il freddo sono frequenti e con il repentino abbassamento delle temperature che stiamo vivendo in questi giorni sono più che giustificate. Dato che con il freddo dobbiamo imparare a convivere, proviamo a scoprire quali sono i lati positivi.

Le basse temperature e una normale esposizione al freddo possono diventare parte di uno stile di vita salutare. Alcune persone per lavoro o per scelta di vita vivono in fuga dai mesi invernali girando il mondo e vivendo sempre in zone dalle temperature calde o comunque miti. Eppure anche il freddo e l’inverno hanno degli effetti interessanti sul nostro corpo da non sottovalutare.
È giusto proteggersi dal freddo eccessivo per non ammalarsi, ma in un certo senso il freddo fa anche bene alla salute.
Le basse temperature possono aiutarci a perdere peso perché il corpo consuma più energia per riscaldarsi. Inoltre il freddo ci aiuta a dormire meglio e anche a rendere più efficace il metabolismo durante il sonno. Abbassare la temperatura della camera da letto – ad esempio abbassando i riscaldamenti durante la notte – può aiutare a riposare meglio.
Il freddo è utile nello studio e nel lavoro perché il nostro cervello in un ambiente fresco funziona meglio e noi riusciamo a mantenere la concentrazione più facilmente. Insomma, mentre studiamo o lavoriamo dovremmo trovarci in un ambiente dalla temperatura confortevole né troppo caldo né troppo freddo che ci permetta di sentirci a nostro agio e di provare una sensazione di benessere che favorisca la concentrazione e la produttività. Secondo uno studio condotto in passato nelle scuole dell’Inghilterra la temperatura ideale per studiare bene sarebbe di 16°C. Secondo un’ulteriore ricerca, le persone studiano meglio quando fuori il meteo non è dei migliori, tra giornate di pioggia e neve.
È vero, il freddo può favorire la secchezza della pelle ma ha anche dei lati positivi. Infatti secondo uno studio condotto a Harvard le basse temperature possono essere un bene per la pelle e per il sistema vascolare perché allenano i vasi sanguigni ad essere reattivi. In caso di pelle secca durante l’inverno tra i rimedi naturali consigliamo di ammorbidirla con olio di cocco o burro di karitè.
Coprire troppo i bambini quando fa freddo potrebbe non essere un toccasana per la salute. In realtà il segreto per non far ammalare i bambini in inverno è abituarli al freddo coprendoli il giusto e lasciandoli liberi di stare all’aperto. Rimanere in posti chiusi, affollati e poco areati contribuisce a diffondere le infezioni, mentre trascorrere del tempo all’aria aperta è un toccasana per la salute dei bambini anche quando fa freddo.
Se ben coperti e portati fuori nelle ore centrali della giornata, i bambini hanno minori possibilità di essere esposti agli agenti infettivi di quante ne hanno se rimangono a lungo in luoghi poco areati. Inoltre l’esposizione alla luce solare favorisce la sintesi della vitamina D.
I bambini del Nord Europa vengono abituati al freddo fin da piccoli. Far dormire per un po’ i bambini all’aperto, ben coperti e nella loro carrozzina, è una pratica molto diffusa in Finlandia e nel Nord Europa.
Pensate che negli anni ’20 il pediatra Arvo Ylppö contribuì a ridurre gli alti tassi di mortalità in Finlandia raccomandando alle madri proprio di far dormire i bambini all’esterno, anche con temperature tra i -10° e i -15°
Speriamo che queste buone notizie possano aiutarvi ad affrontare al meglio le giornate più fredde dell’anno.

50 Visite totali, 2 visite odierne

Precedente Arrosto al Rosmarino Successivo Pasta all’uovo

Lascia un commento