Limoncello di zia Irene

Limoncello di Zia Irene
Limoncello di Zia Irene

Oggi condivido con tutti voi il Limoncello di zia Irene. Questa bevanda viene dall’Argentina, è la ricetta della mia cara zia Irene. Facile da preparare e da tenere da parte, per le occasioni speciali.

Il limoncello è una bevanda alcoolica, ideale da bere ben fredda, dopo pranzo o cena. Ottimo digestivo che tutti possiamo fare in casa, e non è difficile, anzi ! Si tratta di un liquore dolce che si ottiene dalla macerazione della buccia dei limoni non trattati, immersi in alcool etilico. Con l’aggiunta di acqua e zucchero. Il suo colore giallo viene proprio dal fatto che ha una maturazione di circa 15 giorni , in una bottiglia.

Una volta pronto, è possibile tenerlo in frigo oppure in frezzer così è bello freddo e pronto da gustare.

Mia figlia è andata in vacanza in Argentina e mia zia Irene, mi ha mandato una bottiglia del suo ottimo limoncello. Io per ringraziarla, oggi pubblico la sua ottima ricetta. Una ricetta sicura e vincente, che lei segue da tanti anni. Mia zia ha vissuto in Italia per tanti anni e ora che sta così lontano da me, ci teniamo sempre in contatto .

Certo…..il limoncello è tipico d’Italia, ma è molto conosciuto in tutto il mondo, come tanti prodotti italiani.

Vediamo la ricetta del Limoncello di zia Irene

Ingredienti 

  • 1/2 litro di alcool al 90%
  • 5 limoni
  • 500 gr di zucchero
  • 1 litro di acqua

Procedimento

Sbucciare i limoni e togliere la parte bianca che è amara. Riporre le bucce dentro un contenitore di vetro e aggiungere la quantità di alcool indicata. Chiudere ermeticamente il barattolo. Mettere in luogo fresco e asciuto, possibilmente al buio.

Trascorsi i 15 giorni, riprendere la preparazione.

In una pentola far bollire l’acqua con lo zucchero. Lasciare raffreddare e poi versare l’alcool che è stato tenuto nel barattolo a macerare. Buttare via le bucce di limoni.

Lavare bene una bottiglia e con l’aiuto di un imbuto versare il limoncello in una bottiglia. Chiudere con un tappo e ora lasciare raffreddare.

Il Limoncello di zia Irene è pronto per essere assaporato. Come ho scritto all’inizio lo si può conservare in frigo o in frezzer, per molti mesi. Questo liquore per fare il suo effetto digestivo è bene consumarlo ben freddo.

Ringrazio mia zia per la sua ricetta e mia figlia Gaia che me l’ha portato dal suo viaggio a Buenos Aires.

Limoncello di Zia Irene
Limoncello di Zia Irene

Come avete visto, la ricetta per fare il Limoncello di zia Irene è molto semplice, dovete solo avere la pazienza di aspettare qualche tempo, prima di poterlo bere. Non mi resta che augurarvi Buona bevuta e come sempre vi aspetto nella mia pagina Facebook che si chiama En la cocina de Claudia , dove potete trovare tante altre ricette facili e gustose, in spagnolo e italiano, per ogni giorno. A presto.

Limoncello di Zia Irene
Limoncello di Zia Irene

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.