Peperoncini piccanti ripieni

Peperoncini piccanti ripieni. Una conserva deliziosa, per gustare i peperoncini tutto l’anno.

Perfetti da servire come antipasto o come contorno. Sono l’ideale per accompagnare formaggi morbidi dal sapore delicato, ma anche carne alla brace.

Fonte della ricetta: Giallo Zafferano. 

Ma vediamo subito come preparare i peperoncini piccanti ripieni. 

Se ancora non lo avete fatto iscrivetevi al mio canale YouTube Divertirsi in cucina per non perdervi le mie VIDEO RICETTE!

Peperoncini piccanti ripieni
  • Preparazione: 25 Minuti
  • Cottura: 4 minuti Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni:
  • Costo: Medio

Ingredienti

  • 300 g Peperoncini piccanti (puliti)
  • 20 g Acciughe sott'olio
  • 20 g Capperi sott'aceto
  • 100 g Tonno sott'olio (sgocciolato)
  • 2 cucchiai Olive verdi (denocciolate)

Per la cottura

  • 250 g Aceto
  • 250 g Vino bianco

Preparazione

  1. Per prima cosa pulite i peperoncini. Lavateli per bene. Asciugateli. Eliminate il picciolo. Con uno scavino prelevate l’interno dei peperoncini: polpa e semini. I peperoncini devono essere ripuliti completamente.

  2. Per questa operazione vi consiglio di indossare dei guanti da cucina usa e getta. Se siete particolarmente sensibili, come me, indossate due paia di guanti, uno sull’altro e una mascherina per proteggere il viso. Fate moltissima attenzione a non strofinarvi gli occhi.

  3. All’interno di una pentola inserite il vino bianco e l’aceto e portate a bollore.

    (Io utilizzo solo aceto di vino bianco e vino bianco. Se gradite potete aggiungere delle spezie come alloro, ginepro, chiodi di garofano e origano. Alcuni aggiungono anche un pizzico di sale. Io non lo metto perché il ripieno è molto saporito).

  4. Al bollore immergete i peperoncini e lasciateli sbollentare per 4 minuti a fuoco medio.

  5. Scolate i peperoncini su un canovaccio asciutto e pulitissimo. Posizionateli con l’apertura rivolta verso il basso. Lasciateli sgocciolare per almeno 4-5 ore.

  6. I peperoncini dovranno essere completamente asciutti. Se 4-5 ore non fossero sufficienti lasciateli riposare tutta la notte.

  7. Quando i peperoncini risulteranno ben asciutti, dedicatevi alla santificazione dei barattoli. Mi raccomando siate scrupolosi, altrimenti potreste correre gravi rischi per la salute. Certi alimenti preparati in condizioni non appropriate possono causare il botulismo con esiti fatali.

    Sanificate i barattoli seguendo le indicazioni del Ministero della salute. Per tutte le informazioni cliccate qui. 

  8. Dopo aver sanificato i barattoli preparate il ripieno.

     

  9. Procedimento con il Bimby:

    All’interno del boccale inserite i capperi dopo averli sciacquati, le olive verdi denocciolate e le acciughe. Avviate per 2 secondi velocità 6.

    Infine aggiungete il tonno sgocciolato e avviate per 20 secondi velocità 4.

    Togliete il composto e ponetelo in una ciotola.

  10. Procedimento senza Bimby:

    Sminuzzate grossolanamente con un coltello le alici, le olive e i capperi. All’interno di un mixer inserite il tonno sgocciolato e il trito di alici, olive e capperi.

    Frullate qualche istante in modo da ottenere una purea cremosa e abbastanza liscia.

  11. Con l’aiuto di un piccolo cucchiaino, riempite i peperoncini uno ad uno.

  12. Una volta che i peperoncini saranno pronti, posizionateli all’interno dei barattoli di vetro precedentemente sanificati.

    Sistemate i peperoncini ben dritti con la parte bucata verso l’alto.

  13. Lasciate almeno un paio di centimetri di spazio dal bordo del barattolo.

  14. Riempite i vasetti con l’olio extravergine d’oliva fino a ricoprire completamente i peperoncini. Lasciate circa un centimetro dal bordo.

  15. Prima di chiudere i vasetti premete i peperoncini con una forchetta per far uscire l’aria residua. Mentre schiacciate vedrete salire delle bollicine…fatelo finché non ne vedrete più.

  16. Chiudete con il tappo i barattoli stringendo bene e passate alla pastorizzazione seguendo sempre le indicazioni riportate nelle linee guida del Ministero della Salute che vi ho indicato sopra.

  17. (Io ho sterilizzato mediante bollitura per 30 minuti).

  18. Fate la prova di riuscita del sottovuoto premendo al centro del tappo. Se non fa  nessun rumore di “click-clack”, il sottovuoto è avvenuto correttamente. Altrimenti si consiglia di non consumare.

  19. Conservazione 

    Da chiusi i barattoli con i peperoncini piccanti ripieni si conservano per circa 3 mesi. Una volta aperti bisogna consumarli entro 3 giorni al massimo e conservarli in frigorifero.

  20. Potrebbe piacerti anche questa ricetta: Crema di peperoncini. 

Note

Per restare sempre aggiornati con le mie ricette seguitemi:

PAGINA FACEBOOK

ISCRIVITI AL MIO CANALE YOUTUBE PER NON PERDERE NEMMENO UNA VIDEO RICETTA

CANALE YOUTUBE

IL MIO SECONDO BLOG

CHIARA MA NON TROPPO

Precedente Pasta al forno con zucchine e pancetta Successivo Panini dolci al cioccolato

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.