Torta Ricotta e Pesche al cioccolato! Sulla scia della ricotta e pere di Sal De Riso prima che finisca la stagione delle pesche assaggiamo questa deliziaaaa

20140831_133018

20141009_191729

Torta Ricotta e Pesche al cioccolato

In linea di massima il procedimento è simile, l’unica differenza è la frutta usata che non ho cotto per avere il sapore più fresco e naturale della frutta cruda e poi mi son divertita a decorare col cioccolato la superficie. Vi anticipo che è buonissima e per nulla difficile, a parte la decorazione, ma per chi non ha pazienza o dimestichezza con la sac a poche può benissimo fare dei dignitosissimi ghirigori…dopotutto neanche io sono stata proprio precisa…l’importante è divertirsi, lo dico sempre!

Ma veniamo alla ricetta!

Ingredienti:

Pandispagna per uno stampo di 26 cm.

150 gr. di uova intere(circa 3)

65 gr. di zucchero

90 gr. di nocciole intere tostate

30 gr. di farina00

50 gr. di burro fuso freddo

un pizzico di bicarbonato

Bagna: 

50 ml. acqua

30 gr. zucchero

30 gr. di  liquore a piacere, a me piace lo Strega

Ripieno:

400 gr. di ricotta di bufala

150 gr. di zucchero

1 baccello di vaniglia

150 gr. di crema di latte(panna fresca della centrale da montare)

Farcia alle pesche:

150 gr. di pesche gialle

50 gr. di zucchero

succo di 1/2 limone

10 gr. di  liquore

Inoltre una tavoletta di cioccolato fondente

Procedimento per il pandispagna:

montare le uova intere con lo zucchero per 15′ belle spumose,

frullare le nocciole con la farina, unire il bicarbonato e unire a cucchiaiate alle uova delicatamente e infine il burro a filo facendo attenzione a non smontare il composto perchè non c’è lievito.

Spalmare in uno stampo da 26 cm di diametro a cerniera col fondo rivestito di carta da forno, il composto deve essere alto circa 2 cm. Cuocere a 160° per 20′ circa.

Procedimento per la bagna:

Far bollire l’acqua con lo zucchero per 30 secondi, lasciar raffreddare e unire il liquore.

Unire il sughetto in cui hanno macerato le pesche

Procedimento del ripieno di ricotta:

Setacciare la ricotta e mantecarla con lo zucchero e la polpa del baccello di vaniglia con le fruste per 5′ e poi unire la panna precedentemente montata bella soda.

Procedimento farcia alle pesche:

Tagliare le pesche sbucciate a cubetti in una ciotola e unire liquore, zucchero e limone e far macerare per 1 ora. Il sughetto che rimane si unisce alla bagna per il pandispagna.

Se vogliamo la frutta cotta facciamo così:

Farcia alle pesche cotte:

175 gr. di pesche gialle

50 gr. di zucchero

succo di 1/2 limone della costiera amalfitana

un filo d’olio d’oliva extra vergine

3 gr. di amido di mais

10 gr. di Strega

Procedimento farcia alle pesche:

tagliare le pesche sbucciate a cubetti, unire zucchero e limone e versare in padella antiaderente dove avrete messo una noce di burro o olio, cuocere a fuoco medio finchè sul fondo si forma il sughetto. Spolverare con l’amido di mais facendolo scendere dal colino per non fare grumi e cuocere ancora 2′, unire il liquore e spegnere; far raffreddare a temperatura ambiente.

Composizione:

Poggiare sul vassoio da portata l’anello dello stampo a cerniera senza il fondo e

adagiare dentro il pandispagna, foderarlo internamente con una striscia di carta da forno tenendola ferma lungo le pareti con un velo di burro.

Inzuppare il pandispagna con la bagna che non userete tutta altrimenti il pandispagna si inzuppa troppo.

Versare il ripieno di ricotta incorporando le pesche macerate ben colate livellando per bene la superficie con una spatola o un coltello lungo.

 Mettere in freezer per almeno 3 ore, Dopo le 3 ore sfilare delicatamente il cerchio apribile e staccare la striscia di carta da forno, col coltello leggermente riscaldato lisciare il perimetro se ci sono delle imperfezioni.

Decorazione:

Sciogliere del cioccolato fondente e lasciarlo addensare un po’ affinchè scenda dal beccuccio sottile della sac a poche facendo un serpentello abbastanza sodo e decorate la superficie appena tolta dal freezer così non sbava. Col calore delle mani si potrebbe sciogliere troppo quindi potete avere a disposizione due sacche per avere il cioccolato alla giusta temperatura e continuare coi ghirigori. Trasferire in frigo fino al momento di servirla.Naturalmente si può conservare in freezer molto di più se volete prepararla per quando avrete ospiti.

Io uso la torta come centrotavola durante il pranzo quindi la tiro fuori dal freezer direttamente a ora di pranzo così mentre servo le altre portate avrà tutto il tempo di essere ammirata e poi gustata al momento giusto.

Non è perfetta ma a me sembra carina…e a voi?

20140831_133014

20141009_210747

 20140914_151838

2 Commenti su Torta Ricotta e Pesche al cioccolato

    • Davvero buona devo dire, ed è piaciuta a tutti, grazie Vanessa! Non è ai tuoi livelli per estetica però…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.