Torta Ricciarella. La torta ricciarella è un dolce con pochi ingredienti, fatto con gli albumi. Mi sono ispirata ai ricciarelli, da qui il nome della torta!

20141130_144932

 

20141216_191907

Torta Ricciarella.

Deliziosa e semplice ha una base di pasta frolla e sopra ho messo i famosi ricciarelli a raggiera…ed ecco fatta la torta ricciarella!!! E’ proprio alla portata di tutti, quindi appena avete albumi in esubero pensate a questo dolce che si può conservare tanto tempo perchè non contiene creme ma ha un sapore sublime per la presenza di mandorle e buccia d’arancia candita. Dopo aver fatto i panettoni avevo tanti albumi e non si può mica buttare niente in questi tempi di crisi economica…e poi sapete che gli albumi sono una fonte di proteine pure a buon mercato adatte a chi non mangia carne e vuole compensare la carenza di proteine in una dieta vegetariana? Inoltre consumare albumi aiuta tanto chi ha problemi di colesterolo e grassi che sono appunto tutti nel tuorlo. Quindi abbondate pure con gli albumi anche nelle frittate, non possono farvi altro che bene anche nella dieta dimagrante… …naturalmente non in questo caso perchè questo dolce abbonda di zucchero e nella frolla ci sono i tuorli ma se riuscite a contenervi nelle porzioni è tutta salute per la presenza delle mandorle. Nelle mandorle infatti ci sono nutrienti preziosi, sono ricche di aminoacidi  indispensabili. Sono molto energetiche e contengono tante vitamine fra cui la E oltre a sali minerali come magnesio, ferro utile oltre che per l’anemia anche nel periodo invernale contro il freddo, calcio, un prezioso alleato naturale per aumentare la densità minerale ossea e sono ricchissime di grassi ”buoni” insaturi che abbassando il livello di colesterolo sono preziosi per la salute delle arterie e delle vene. Questo seme combatte l’invecchiamento dell’organismo per la presenza di sostanze antiossidanti ostacolando la formazione di radicali liberi, soprattutto nella pellicina marrone che lo ricopre.

L’olio di mandorle dolci è antisettico e antinfiammatorio e lubrificante, utile ai reni e all’intestino oltre che all’apparato genito-urinario e ai polmoni, naturalmente non bisogna abusarne perchè molto calorico!

Da non sottovalutare che le mandorle mettono di buon umore specie per le donne in ”quei giorni” del mese in cui sono più soggette agli sbalzi d’umore perchè contengono tirosina e triptofano, due amminoacidi che insieme stimolano i neurotrasmettitori che influiscono sul buonumore. Vanno consumate con moderazione, non più di un pugno al giorno perchè molto caloriche. Sono sconsigliate a chi è soggetto all’herpes labiale o alle infezioni erpetiche per il loro contenuto di arginina-lisina. Ma sono tante altre le proprietà di questo seme meraviglioso creato per farci stare bene con noi stessi e con gli altri donandoci felicità ed energia vitale! Ma a noi oggi interessa soprattutto il delizioso sapore che sprigionano nella nostra torta ricciarella!!!

Ecco gli ingredienti:

Pasta frolla:

250 gr. di burro morbido

180 gr. di zucchero a velo

75 gr. di tuorli

3 gr. di sale rosa

450 gr. di farina00

buccia di limone grattugiato

vaniglia

1/2 bustina di lievito paneangeli

Per i ricciarelli:

Ingredienti:
1 kg. di mandorle tritate non troppo fini,io le ho tostate prima

un cucchiaio di amido di mais

6 mandorle amare frullate

200 gr. di bucce d’arancia candite e frullate

800 gr. di zucchero conservato precedentemente con una bacca di vaniglia dentro x aromatizzarlo

circa 6 albumi(180-200 gr. circa)

1 grammo di ammoniaca per dolci

Inoltre:

una manciata di amaretti

un albume sbattuto

zucchero a velo per spolverare la superficie

 

Procedimento
Tostare le mandorle,farle raffreddare e tritarle non troppo finemente con l’amido di mais,impastarle con la pasta d’arance candita(che deve essere ben soda senza lo sciroppo)lo zucchero e l’ammoniaca,io preferisco mettere l’ammoniaca perchè li renderà più friabili anche se in cottura ha un brutto odore che poi svanisce subito, in alternativa si può usare un gr. di bicarbonato, unire l’albume leggermente sbattuto un po’ alla volta fino ad ottenere un impasto malleabile così da poter formare i dolcetti.
Un passaggio fondamentale a questo punto è far riposare l’impasto in frigo almeno 8 ore.Ora si può stendere l’impasto alto 1 dito e formare i rombi aiutandosi con zucchero a velo se risulta un po’ appiccicoso.Un altro metodo che ho trovato semplice per formare il ricciarello è fare una pallina e dare la forma spolverando con zucchero a velo vanigliato(io uso lo zucchero frullato da me con la bacca di vaniglia)

Per la pasta frolla montare il burro morbido con lo zucchero a velo, unire i tuorli con dentro il sale sempre montando, infine unire la farina setacciata col lievito e la vaniglia e la buccia di limone. Non lavorare troppo l’impasto per non sviluppare glutine altrimenti perde la sua caratteristica consistenza frollosa, Fare un panetto schiacciato e avvolgere in pellicola alimentare e mettere in frigo, meglio se la preparate la sera prima.

Ora avete tutto pronto, stendete la frolla e disponetela in teglia su un disco di carta da forno, tagliate l’eccesso e bucherellatela coi rebbi di una forchetta, spennellatela con l’albume e sbriciolate sul fondo una manciata di amaretti e sopra disponete i ricciarelli e spolverate di zucchero a velo.

Infornate per circa mezz’ora a 150 ° accendendo dapprima solo la resistenza inferiore così cuoce prima la frolla perchè i ricciarelli hanno bisogno di una cottura a temperatura più bassa, verso la fine accendete anche sopra senza farli colorare troppo.

Vorrei precisare per chi dovesse pensare che c’è troppo zucchero che con queste dosi ho fatto 2 torte e tanti altri ricciarelli a parte, quindi dimezzate pure se volete solo una torta…io già mi trovavo a impastare e ho abbondato, tanto i ricciarelli si conservano benissimo in una scatola di latta!

Il profumo inebriante vi avvertirà dell’avvenuta cottura!

E ora cercate di resistere all’assaggio …se potete…

20141216_191907

20141130_144932

 

20141130_144923

 

2 Commenti su Torta Ricciarella

    • Eh no mia cara Anna, sono daccordo, non direi proprio che sia adatta a chi ha problemi di colesterolo!!!
      Ho parlato delle proprietà degli albumi e delle mandorle come singoli alimenti…

      Nel blog trovi certamente dei dolci light

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.