Tarte tatin cipolla e glassa al balsamico. Sapori particolari che i tradizionalisti non amano  tanto…e mi viene in mente mio padre…vi farò una confidenza al riguardo ma prima eccovi la mia tarte tatin che è stata una gustosa sorpresa!

 20140915_221922

Tarte tatin cipolla e glassa al balsamico

Dovete sapere che a casa dei miei non c’era tanta varietà a tavola, sempre pasta asciutta, carne arrostita,le solite paste coi legumi e la storia si ripeteva settimanalmente. Mio padre non amava le novità e a un’eretica come me era praticamente vietato cucinare. Pensate che ho iniziato solo dopo sposata a mettermi ai fornelli per la gioia della mia cavia preferita…mio marito! Un po’ naturalmente mi è rimasto questo modo tradizionale di cucinare ma ogni tanto oso accostamenti ”strani” e penso che  se avessi presentato a mio padre questo piatto ”strano” me lo avrebbe tirato dietro ihihihihi

Ma mettiamo da parte i ricordi e passiamo alla ricetta!

 Ingredienti:

Pasta frolla:

400 gr. di farina00

150 gr. di burro

3 uova piccole

50 gr. di pecorino

sei gr. di sale

una macinata di pepe

mezzo cucchiaino di bicarbonato

ripieno

5 cipolline piccole o 10 scalogni

sale

pepe

zucchero di canna

gocce di glassa di aceto balsamico di Modena

granella di nocciole

Procedimento:

si tagliano a metà le cipolline (o gli scalogni se vi piace più delicata) che sceglierete piccole, e si rosoleranno un po’ in padella con solo un filino d’olio per una prima cottura. Poi si dispongono con la parte tagliata sotto,nella teglia dapprima imburrata e spolverata con lo zucchero di canna e qualche goccia di glassa di aceto balsamico, sistemarle tutte una vicina all’altra e poi si inforna per 10′. Dopo si estrae per coprire con la frolla e si inforna ancora fino a doratura.

Per preparare la frolla si procede sabbiando la farina, precedentemente setacciata col bicarbonato, insieme al burro nell’impastatrice o anche a mano lavorando coi polpastrelli senza riscaldare troppo l’impasto, si uniscono le uova eliminando un po’ di albume se sono troppo grandi, si unisce il pecorino, il sale e il pepe macinato al momento e si impasta velocemente;si schiaccia un po’ il panetto e si avvolge in un foglio si pellicola e si lascia riposare in frigo almeno mezz’ora.

La frolla va stesa spessa non più di un centimetro leggermente più larga della teglia in modo che va fatta scendere nella teglia lungo i bordi toccando il fondo per racchiudere il ripieno.

Regolatevi naturalmente col vostro forno per la cottura e prima di sformarla lasciatela almeno 5′ a rassodare affinchè scaravoltandola non si spatasci tutto!

Io ho infornato a 200° per 50′

Se vi rimane della frolla fateci dei biscottini per aperitivo o delle tartellette!

Questa tarte tatin è stata una piacevole sorpresa perchè le cose agrodolci non sono la mia passione, come pure per la glassa all’aceto balsamico avevo i miei dubbi…invece mi è piaciuta tantissimo, caramellata con una punta di acidità…servita con la granella di nocciole…buona buona!!!

Ma come si dice: se non si prova non si può giudicare e io ho provato…ora tocca a voi!!!

20140915_221922

 

4 Commenti su Tarte tatin cipolla e glassa al balsamico

    • Grazie per la fiducia mia cara, sono felice che mi segui e scusami se non riesco a tenere il passo con te, appena ho un attimo vengo a sbirciare le tue squisitezze!!!

  1. Davvero sfiziosa e originale. Anche io oggi ho proposto cipolle e balsamico ^_^ ma la tua versione di piatto mi intriga non poco. E poi quella sfilza di piatti, sempre loro, perché le novità a tavola sono ostiche….. eccome se so cosa vuol dire ^_^
    Grande cara!

    • Anche tu cipolle e balsamico…senza consultarci …pura telepatia!!! ahahahah
      Vedere vedere…corro da te mia musa ispiratrice <3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.