Stuzzichini Gratis, gli stuzzichini stimolano l’appetito e se sono gratis poi non si può proprio dire di no! ma come …stuzzichini gratis? Dove? Se non paghi? Non si da niente per niente! Eppure sapete che ci sono tante cose che vengono buttate prima ancora di essere comprate ed è un vero peccato, i gambi dei carciofi tanto per fare un esempio a caso!

Ecco i miei stuzzichini gratis!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Stuzzichini Gratis

Forse un giorno ci farò una rubrica a parte con tutte le cose che i fruttivendoli buttano prima di vendercele, per esempio oltre ai gambi dei carciofi c’è il ciuffo delle carote fresche oppure il torsolo dei broccoli calabresi, lo sapete che più i torsoli sono corti e puliti e più la verdura che vi vendono è ‘vecchia’ e appassita?I furbetti man mano tagliano un pezzetto di gambo con le foglie secche, anche la lattuga per esempio diventa sempre più piccola giorno per giorno fino a vendervi solo il cuore…allo stesso prezzo!!E pensare che  se aveste l’orto potrete pranzare senza spendere un euro solo con le erbe selvatiche che sono tante a cominciare dall’ortica, alla borragine…ma non divaghiamo…i gambi dei carciofi…ogni volta che entro nel negozio il fruttivendolo  sotto il sorrisino che con cui mi accoglie sicuramente pensa: ecco che arriva la ”rompina”!

Ma com’è possibile, non riesco neanche a dire :mi da 4 carciofi che subito mi taglia i gambi a zero e li butta? Mi sa che se li conserva lui per cucinarli a casa…ahahahah

Gli ingredienti dei miei stuzzichini sono presto detti

Gambi di carciofi

semola

olio

sale

pepe

un uovo

un cucchiaio di farina

Procedimento:

L’unico accorgimento per ottenete degli stuzzichini gustosissimi è spellare i gambi dalla parte sfilacciosa esterna

Dopo questo passaggio un po’ antipatico si tagliano a bastoncino sottile e si tuffano in acqua bollente in cui avrete stemperato un cucchiaio di farina così i vostri stuzzichini non anneriranno ossidandosi ma avranno un bel colore verde brillante!

Quando saranno diventati teneri scolateli, asciugateli con lo scottex e insemolateli con la semola così saranno belli croccanti e passateli in un uovo sbattuto ma se non volete o siete intollerante all’uovo se ne può fare a meno.

Mettete in padella antiaderente giusto un filo d’olio e stendetelo ungendo la padella e fateli dorare da tutti i lati solo per due minuti e toglieteli anche se non sono pronti e proseguite con tutti gli altri e ripassateli tutti in forno sotto il grill per tostarli un po’, diventeranno belli croccanti e avranno un bel sapore senza essere stati fritti. Salate e pepate solo alla fine in superficie, così avrete un bel contrasto tra l’interno dolce e morbido e la crosticina saporita e croccante!Purtroppo a tavola ne arrivano ben pochi perchè vanno a ruba già in cucina ………. frijenn magnann!

Ah sappiate che io per fare questi stuzzichini uso anche i gambi delle foglie, quelle  belle carnose… non butto proprio niente eh?

Ma non è per spilorceria…è proprio per dimostrare che si può vivere con poco facendo la spesa in modo oculato e mangiar bene nello stesso tempo!

Un antico proverbio diceva:

”Una moglie capace…chi la può trovare?

il suo valore è maggiore dei coralli”

Possiamo anche noi care lettrici diventare delle mogli capaci… capaci se non di sanare il bilancio italiano almeno quello familiare…!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.