Strudel salato. Eccomi con un rustico bellissimo, lo strudel salato con l’impasto del panbrioche. Ripieno di un ingrediente eccellente: la ricotta di bufala!

 

10934143_620791414715798_2042151096962262515_o

Strudel salato.

Si sa che lo strudel ha un impasto diverso ma io avevo a disposizione il mio panbrioche e non ho saputo resistere dal provare, ho steso sottilissima la sfoglia, farcito e arrotolato ed eccolo qua…delizioso!

Sfoglia di panbrioche  

150 gr. di farina0

50 gr. di manitoba Lo conte

50 gr. di pasta madre rinfrescata e usata al top della lievitazione

1/2 cucchiaino di  zucchero

125 ml. di acqua

30 gr. di  tuorli

60 gr. di burro

4 gr. di sale rosa

Ripieno:

pangrattato

200 gr. di ricotta di bufala

50 gr. di formaggio brie alle erbe

uovo per spennellare

20150107_001301 - Copia

20150107_000751

 Procedimento:

Procedimento:

La mia pasta madre ben lievitata

Se non l’avete potete usare 2 grammi di lievito di birra impastato con 30 gr. di manitoba e 15 gr. qb di acqua e fate lievitare e lo usate al posto della pasta madre.

Ho messo la foglia nell’impastatrice e ho  versato quasi tutta l’acqua  e ci ho spezzettato dentro la pasta madre e ho azionato al minimo e fatta sciogliere insieme allo zucchero; poi ho unito le farine dapprima setacciate insieme tenendone da parte 1 cucchiaio per la fine, quando dopo qualche minuto si è ben impastato ho aumentato a uno la velocità e ho unito i tuorli un cucchiaino alla volta lasciando assorbire bene fra l’uno e l’altro unendo di tanto in tanto una spolveratina della farina messa da parte.

Dopo i tuorli ho unito il burro freddo un pezzettino alla volta,aumentando a due la velocità,infine ho unito il sale distribuendolo su tutto l’impasto e le ultime gocce d’acqua conservate,ho spento un attimo per scaravoltare l’impasto e mettere il gancio, e ho aumentato ancora fino a quattro la velocità facendo incordare per bene così che ha fatto un bel velo, il tutto per circa 15 minuti e ho fermato la macchina per ribaltare ancora una volta l’impasto che si presentava lucido e setoso. Volendo potete impastare tutto a mano se non avete l’impastatrice munendovi di abbondante…’olio di gomito’ …eh eh!

Fermatevi quando l’impasto si allunga come un elastico senza spezzarsi!

Ho messo l’impasto in una ciotola chiusa e fatto riposare a temperatura ambiente per tutta la notte. Non ho messo in frigo come al solito perchè fa molto freddo.

Questo procedimento del riposo in frigo è utile perchè così l’impasto matura ed è più saporito e soffice.

La mattina dopo ho ripreso l’impasto e senza reimpastare  l’ho steso col mattarello su un foglio di carta da forno in forma rettangolare, ho spolverato con pangrattato il fondo e distribuito i formaggi a cubetti, arrotolato e già che c’ero ho intrecciato per decorare la superficie. Il tempo di lievitazione è variabile perchè coi lieviti naturali ci vuole pazienza, col lievito di birra invece lieviterà molto prima.Quando si è gonfiato raddoppiando di volume l’ho spennellato con un uovo sbattuto e infornato in forno preriscaldato prima al massimo ma abbassando a 180° in entrata per circa 20-30 minuti.

Se non avete voglia potete anche usare una pasta brisee o pasta sfoglia comprata e avrete il vostro strudel in men che non si dica ma certo non così brioscioso…

Io direi che ce la potete fare, coraggio, provate a mettere le mani in pasta!!!

10934143_620791414715798_2042151096962262515_o

9 Commenti su Strudel salato

    • ciao Alfò, è carino vero? e non è neanche difficile, solo che è più facile da vedere che da spiegare, mi sa che metterò un piccolo video prossimamente.
      In pratica si fanno dei tagli orizzontali alla distanza di circa 2 o 3 cm. l’uno dall’altro e poi si passano l’uno nell’altro come se lavorassi a uncinetto
      non so se mi sono spiegata

    • Ciao Tina, benvenuta!!!Grazie del tuo commento, e posso dire avendolo gustato che è anche buonissimo…;)
      torna pure quando vuoi per le novità
      un bacio
      Maria

  1. Bravissima Maria! È una meraviglia questa ricetta e soprattutto il ripieno con la ricotta che me piace tantissimo. Poi quanto divertente sarebbe lavorando l’impasto con la Ingrid. La farò sicuramente nei prossimi giorni (mi manca la ricotta adesso 😉 ). Un bacione da noi!

    • Che bella sorpresa amica mia, già ti vedo a pasticciare insieme alla Ingrid ihihihihi
      sono proprio curiosa di vedere il risultato!!!
      ti abbraccio 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.