Spizzulus di Orroli Meravigliosa Sardegna

Meravigliosa la Sardegna, appena ho visto su Facebook gli Spizzulus di Orroli, una pasta fresca, è stato amore a prima vista e subito mi è venuta la voglia di mettere le mani in pasta.

Occhio al video, sono facilissimi e divertenti!

Il nome di questa tipica pasta sarda è dato dal fatto che si pizzica per unirla ad anello.

Solo due ingredienti, anzi tre, un riga gnocchi e una spatola ed è fatta! Conditeli col sugo o col pesto in estate ma sono buonissimi anche in brodo in inverno.

E’ tanto che ”scalpitavano” per essere pubblicati e, come al solito, ci ho messo il mio tocco personale chiudendoli all’incontrario, avete notato? ahahahahahah

Amate mettere le mani in pasta? Eccovi gli ingredienti per gli

Spizzulus di Orroli Meravigliosa Sardegna

  • 500g di semola rimacinata
  • 250g di acqua di rubinetto
  • Un bel pizzico di sale

"<yoastmark

"<yoastmark

E ora passiamo alla preparazione degli

Spizzulus di Orroli Meravigliosa la Sardegna

  1. Versate in una ciotola la semola rimacinata facendo il solito cratere al centro e spolverate su il sale fino.
  2. Poca per volta unite al centro l’acqua, meglio se tiepida, amalgamando con una forchetta, fate assorbire prima di unirne altra fino ad avere un composto bricioloso e fate riposare qualche minuto. Non siate tentati ad aggiungere altra acqua perchè la semola ha bisogno di più tempo, a differenza della farina di grano tenero, per assorbire l’acqua e lavorandola si compatterà  diventando un bel panetto sodo.
  3. Trasferite sulla spianatoia e lavorate ancora qualche minuto fino a che l’impasto diventa elastico.
  4. Coprite con la ciotola e lasciatelo riposare per mezz’ora.
  5. Se volete ottenere dei bigoli perfetti tutti della stessa dimensione potete passarli nella trafila delle fettuccine alla tacca più larga, come ho fatto io.
  6. Ora avete ottenuto i bigoli che taglierete alla lunghezza di circa 3 dita o 5 cm
  7. Seguite il video per prepararli.

Potete lessarli subito oppure essiccarli e conservarli o surgelarli, fate vobis!

D’inverno si possono fare in brodo diventando un piacevole comfort food

Oppure come dicevo, asciutti al sugo o al pesto

Non sono carini? Su su correte in cucina e stupirete i vostri ospiti!

E, rimanendo in Sardegna, le lorighittas vi piacciono?

 

"<yoastmark

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.