Risotto Giallo Carciofi e Pecorino. Ah il risotto, la mia passione, oggi l’ho preparato con carciofi e pecorino, di un bel giallo mi ha colorato la giornata! Ma lo sapete che c’è ancora chi non sa fare un buon risotto? Forse perchè essendo un piatto nordico non è molto ”quotato” giù da noi; infatti c’è a chi non piace, come a mio marito per esempio e allora bisogna scendere a compromessi…oggi il risotto e domani la pizza!

20150312_130918

 

Risotto Giallo Carciofi e Pecorino

Non so voi ma lo sapete che quando mangio il riso subito mi sazio però dopo poco ho di nuovo fame? E’ molto digeribile, e accompagnato con le verdure è un pasto delizioso, ma vogliamo vedere come ho fatto?

Ingredienti per quattro persone:

quattro carciofi col gambo lungo

riso carnaroli, due pugni a persona più uno per la pentola

sale rosa

olio extra vergine di oliva

prezzemolo

zafferano

pecorino romano

aglio

un cucchiaio di farina

vino bianco secco

20150312_131139

Procedimento:

Per prima cosa ci dedichiamo alla pulizia dei carciofi eliminando le foglie esterne e il fieno interno e li affettiamo sottili, i gambi li speliamo e li tagliamo a rondelle, tuffiamo tutto in acqua bollente per dieci minuti e questo è il segreto per non farli annerire: unire un cucchiaio di farina nell’acqua di cottura! .

Scoliamo per bene e lasciamo rosolare i carciofi in una casseruola, che poi conterrà anche il riso, insieme a uno spicchio d’aglio tritato e un filo d’olio extra vergine di oliva.

Buttate via parte dell’acqua di cottura perchè avrà un sapore un po’ amaro e unite altra acqua, salate e portate a ebollizione per unire al riso invece del brodo.

Quando si è formata una bella crosticina dorata mettete i carciofi in una ciotola e nella casseruola versate il riso e lasciate tostare per qualche minuto, sfumate con una spruzzata di vino bianco secco e lasciate evaporare, unite l’acqua bollente un po’ alla volta rimestando di tanto in tanto.

A fine cottura del riso stemperate lo zafferano in un mestolino d’acqua, spegnere e versare in casseruola insieme al pecorino a scagliette e un po’ grattugiato e i carciofi trifolati, i gambi invece frullateli con poca acqua di cottura dei carciofi ottenendo una cremina da aggiungere alla fine.

Servite con un ciuffo di prezzemolo.

20150312_131109

E’ un po’ di tempo che invece del brodo uso l’acqua e viene un risotto dal sapore deciso e ben definito perchè a volte gli ingredienti usati non legano molto con le verdure da brodo, almeno a mio avviso e ho scoperto di non essere la sola!

Io il risotto lo faccio così e voi?

Provate e fatemi sapere il vostro parere!

20150312_130948

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.