Pizze Strane. Proprio così…ma si può? La pizza in un panino? Mi è venuta in mente pensando a come servono a Napoli la pizza da strada, piegata in quattro! Allora perchè non ‘metterla’ in un panino? Così non gocciola olio da tutte le parti!!!

20140914_105954

Pizze Strane

Inutile dire che ha riscosso un successo immediato e prorompente! Non devi tagliarla, non ti sbrodoli, una specie di panuozzo farcito con ciò che più ti piace e il ripieno rimane morbido e umidomentre la crosticina esterna è croccante e saporita!

La ricetta della pizza ormai la conoscete, è nel blog e ci ho aggiunto un bel filo d’olio abbondante, ve la copio? ok così non dovete andare in cerca perdendo tempo… Vediamo come ho fatto?

Ingredienti:

200 gr. di farina0

100 gr. di manitoba

50 gr. di pasta madre rinfrescata e ben lievitata, se non l’avete non disperate,  fate un lievitino con 2 gr. di lievito di birra impastato con 50 gr. di farina0 e 25 gr. di acqua qb e fate lievitare un paio d’ ore.

170 ml. di acqua circa, dipende anche dall’umidità atmosferica

30 ml. di olio extravergine di oliva

8 gr. di sale

1/2 cucchiaino di malto in polvere o zucchero

ripieno:

pomodorini piccadilly

origano

scamorza affumicata

basilico

olio

sale

Procedimento:

Rinfrescare la pasta madre con lo stesso peso di manitoba e la metà di acqua, e farla lievitare, deve almeno raddoppiare;  usarla subito dopo la lievitazione in modo che non perde forza.

Versare l’olio e l’acqua nell’ impastatrice insieme al malto o lo zucchero se non avete il malto e spezzettarvi dentro la pasta madre, avviare al minimo con la foglia e far sciogliere la pasta madre o il lievitino se usate il lievito di birra. Unire le farine dapprima setacciate insieme, a cucchiaiate e avviare aumentando a 1 la velocità della macchina, unire il sale verso la fine e quando ha formato la palla fermare la macchina e scaravoltare l’impasto e mettere il gancio; aumentare la velocità a 3 o 4 e lavorare ancora l’impasto per almeno 10 minuti, Si deve presentare morbido e se necessario unire ancora acqua a goccia a goccia. Fermare la macchina e far riposare l’impasto a temperatura ambiente chiuso in busta di plastica per alimenti per almeno 3 ore, finchè parte la lievitazione,poi riporre in frigo fino al giorno dopo.

D’inverno lascio l’impasto sul balcone al fresco senza mettere in frigo altrimenti per tornare a temperatura ambiente e lievitare ci vuole troppo tempo.Il giorno dopo divido in quattro l’impasto e stendo come vedete nel passo passo, farcisco, arrotolo e metto a lievitare le mie pizze strane.

20140914_112836

20140914_114318

Quando sono ben gonfie spennello con olio e decoro con fette di pomodorini, sale e origano, inforno su refrattaria in forno a gas preriscaldato al massimo, per circa 15′ fino a doratura.

Come vi sembrano?

Io che li ho assaggiati posso solo dirvi: uno sbeliooooooooooooo

…e ora provateci voi!!!

20140914_105729

20140914_105954

4 Commenti su Pizze Strane

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.