Pasta alla Norma. Racchiudiamo la Sicilia in un piatto? Ci viene in mente la pasta alla Norma, famosa in tutto il mondo … ma se non c’è la ricotta salata?

Beh se non c’è la ricotta salata non è pasta alla Norma, rassegnatevi e chiamatela diversamente perchè il sapore è dato proprio dal matrimonio perfetto fra melanzane fritte e ricotta salata grattugiata!

Pasta alla Norma
Pasta alla Norma
Pasta alla Norma
Pasta alla Norma

Pasta alla Norma

Questo piatto fu creato a Catania in onore alla Norma di Vincenzo Bellini. L’aneddoto vuole che un giorno, durante un pranzo tra artisti, sia arrivato a tavola un piatto di spaghetti condito con ricotta salata infornata,(anche se la ricetta originale prevede ricotta salata solo un po’ stagionata ma non infornata) salsa di pomodoro, melanzane fritte e basilico. Alla fine qualcuno dei partecipanti, ispirato dai sapori e dagli odori della pietanza, esclamò: “ma questa è Norma!”. Si sa che a Catania, Bellini e la Norma sono sinonimi di tutto ciò che è eccelso. Il piatto, pur essendo comune a tutta l’isola, va attribuito alla tradizione catanese.

Jpeg
Jpeg

Ingredienti per quattro persone:

300 gr. di pasta tipo fusilli, penne o spaghetti

tre melanzane, a me piacciono quelle lunghe e nere

due spicchi d’aglio

sale

olio extra vergine di oliva

una scatola di pomodori pelati o un kg. di pomodorini piccadilly freschi

basilico

ricotta salata da grattugia

Pasta alla Norma
Pasta alla Norma

Procedimento:

Tagliare a bastoncini lunghi le melanzane senza sbucciarle eliminando la parte interna con i semini e lasciando qualche fetta intera per la decorazione e poi friggerle in abbondante olio bollente. Scolare dall’olio, tamponarle con carta assorbente, salarle e tenerle in caldo. (io non le metto prima sotto sale per eliminare l’acqua di vegetazione perchè non le trovo amare…mi piace il sapore al naturale, fate come siete abituati…)

Per il sugo: in una padella far dorare l’aglio e un peperoncino in un filo d’olio extra vergine di oliva, poi unire i pomodori pelati sgocciolati e tagliati a pezzettoni e una presa di origano e salare. Far cuocere i pomodori per circa 10 minuti a fiamma vivace, sarà pronta quando l’olio si separa e sale a galla, poi spegnere ed eliminare l’aglio, unire il basilico fresco spezzettato.
Lessare la pasta in acqua salata, scolare al dente e condirla con le melanzane e la ricotta grattugiata distribuendo sopra la salsa a cucchiaiate. non dovrà essere proprio una pasta al sugo. Spadellare per amalgamare, spegnere unendo ancora il basilico spezzettato a mano,

Grattugiare sopra ancora abbondante ricotta salata, e decorare il piatto con le fette di melanzane intere e un ciuffo di basilico.

Che Norma!!!

Pasta alla Norma
Pasta alla Norma

Jpeg

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.