Panini Vegetariani Napoletani Nuovo Ripieno

Ormai ci ho provato gusto, eccovi i Panini Vegetariani Napoletani con un Nuovo Ripieno. Sono buonissimi e non rimpiango per nulla i salumi di quelli tradizionali.

Panini Vegetariani Napoletani Nuovo Ripieno
Panini Vegetariani Napoletani Nuovo Ripieno

Voi comunque potete farcirli come volete! Un’altra cosa importante per chi vive in zone dove è difficile trovare i nostri prodotti locali: potete usare le vostre farine e formaggi simili, lo dico per la mia amica africana della Costa d’Avorio che voleva preparare i panini ma non trovava la farina Caputo e il provolone del monaco di Sorrento…mi scuso con lei, ma come poteva trovarli ahahahah

Ecco la lista della spesa dei

Panini Vegetariani Napoletani Nuovo Ripieno

Per l’impasto:

  • 500g di farina0 con una forza W230
  • 250 ml di acqua circa
  • 50 ml di olio Extra vergine di oliva (ci andrebbe lo strutto che darà un risultato più friabile)
  • 12g di sale
  • Pepe nero macinato
  • 100g di pasta madre (oppure un lievitino fatto con 3g di lievito di birra, 70g di farina e 30ml di acqua)

Ripieno:

  • Due cespi di scarola riccia o liscia
  • una manciata di capperi sotto sale tenuti in acqua a dissalare
  • una manciata di olive taggiasche denocciolate  e una di olive nere infornate denocciolate
  • 100 g di pinoli tostati
  • 100 g di uvetta secca ammollata in acqua
  • due spicchi d’aglio
  • sale qb
  • una scamorza a cubetti
  • pepe nero macinato qb

E ora mettiamoci all’opera per preparare i

Panini Vegetariani Napoletani Nuovo Ripieno

Per prima cosa prepariamo l’impasto.

  1. Io ho usato la pasta madre solida ben rinfrescata a mezzogiorno e raddoppiata nel pomeriggio, ma chi vuole usare il lievito di birra può fare un lievitino col lievito di birra impastando 3 g di lievito fresco di birra con 70g di farina e 30ml di acqua. Far lievitare in luogo tiepido in una ciotola coperta fino al raddoppio.
  2. Io ho impastato a mano, ho messo in una ciotola la farina e al centro il lievito spezzettato e ho unito l’acqua poca per volta ( tenetene da parte un pochino, se la farina è forte l’assorbirà tutta) all’inizio ho mescolato col cucchiaio, ho aggiunto il sale, il pepe e infine l’olio, ho ottenuto delle grosse briciole che ho compattato velocemente e ho coperto la ciotola per un’ora.
  3. Dopo un’ora ho impastato ancora e fatto delle pieghe in ciotola sollevando l’impasto dal perimetro e portando al centro girando tutt’intorno.
  4. Ho chiuso e fatto riposare 15′ e rifatto il procedimento delle pieghe, ora l’impasto è diventato bello morbido ed elastico. Oggi non avevo voglia di sentire il rumore dell’impastatrice…
  5. Ho fatto partire la lievitazione  per un’ora al caldo in cucina a circa 26° e poi messo in frigo per la notte chiuso in una bustina per alimenti senza stringere perchè comincerà a lievitare lentamente.
  6. La mattina ho tolto l’impasto dal frigo e fatto lievitare al raddoppio a circa 25° Mi raccomando di non dare troppo calore per far lievitare prima altrimenti i lieviti potrebbero morire, meglio aspettare che rovinare tutto.
  7. Ho steso col mattarello sulla spianatoia, aiutandomi con una spolverata di farina, senza reimpastare, mi raccomando! Ho ottenuto un rettangolo di circa 25 per 35, spessore un cm e mezzo.

Ripieno

Panini Vegetariani Napoletani Nuovo Ripieno
Panini Vegetariani Napoletani Nuovo Ripieno

Panini Vegetariani Napoletani Nuovo Ripieno

  1. Ho pulito e lavato le scarole, le ho salate abbondantemente e tenute in una ciotola per mezz’ora, poi le ho premute per bene; con questo metodo si elimina il liquido di vegetazione e l’amaro delle scarole; assaggiate per vedere se sono salate le sciacquate un po’ e le strizzate ancora. Poi le ho ripassate qualche minuto in padella con gli spicchi d’aglio divisi in due e un giro d’olio, io ho salato ancora ed eliminato l’aglio.
  2. Ho fatto intiepidire e unito tutti gli altri ingredienti.
  3. Ho steso il ripieno sul rettangolo di impasto e poi ho arrotolato stretto ottenendo un grosso rotolo.
  4. Ho schiacciato un po’ e ho tagliato a pezzi di circa 5 cm. (decidete voi se li desiderate più grandi) formando i panini e li ho messi in teglia su carta da forno a lievitare ben distanziati fra loro, in posto tiepido, coperti per non far formare la crosta in superficie. Per chi usa il lievito di birra lieviteranno prima, invece la pasta madre ha i suoi tempi, la temperatura ambiente direi non oltre i 26°
  5. Ho spennellato la superficie di olio prima di infornare ma va bene anche un uovo sbattuto, così la superficie è più dorata.
  6. Forno preriscaldato al massimo e abbassato a 180° in entrata per circa 25′  30′ di cottura. Regolatevi col vostro forno che potrebbe essere più o meno potente, io ho messo la teglia nella parte bassa sul primo binario ma se li desiderate più coloriti accendete un po’ il grill ma solo a fine cottura.
  7. Quando li vedrete ben gonfi, dorati in superficie il profumo irresistibile vi avvertirà che è ora di sfornare e assaggiare subbbbbbito belli caldi e fragranti.

Si possono gustare anche il giorno dopo riscaldati o freddi, ottimi nei buffet, ai picnic, per colazioni salate, spuntini, cena veloce, li potete surgelare se ne fate in quantità industriale…e dopo averli scongelati, pochi minuti in forno e saranno come appena fatti.

Panini Vegetariani Napoletani Nuovo Ripieno
Panini Vegetariani Napoletani Nuovo Ripieno

Variante:

anche col radicchio saranno gustosissimi se vi piace il sapore, o le bietole… lavorate di fantasia…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.