Nua all’arancia

Ma come, la nua impazza sul web da mesi…e io non sapevo niente? Stavo facendo i canditi e subito l’ho fatta, all’arancia: sorprendente!!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 Nua all’arancia!

Ma che bella questa torta, anche se la versione originale è una crema pasticcera vedo che molti l’hanno cambiata, chi con due creme diverse, una al cioccolato e l’altra la pasticcera, chi con la crema di ricotta, insomma si presta a tante varianti, la mia è all’arancia …non potevo mica copiarla pari pari…

E’ vero che di solito la prima volta ci si attiene alla ricetta originale ma siccome avevo da smaltire parecchie arance la cui buccia era stata usata per fare i canditi e voi ormai sapete che come sempre riciclo tutto…quindi invece del latte ho usato succo d’arancia!

Ma vogliamo vedere come ho fatto?

 Ingredienti:

Quattro uova

200 gr. di zucchero (la prossima volta ne metterò 250 perchè mi piace più dolce)

100 ml. di olio di semi

100 ml. di latte

300 gr. di farina00

1 bustina di lievito paneangeli

buccia d’arancia grattugiata

semi di vaniglia

Crema all’arancia:

3 tuorli

150 gr. di zucchero

75 gr. di farina00

500 ml. di succo d’arancia

semini di vaniglia

1 cucchiaio di liquore all’arancia tipo cointreau o grand marnier

Inoltre:

spicchi d’arancia pelati al vivo

zucchero al velo

Procedimento:

Si prepara prima la crema così avrà il tempo di raffreddarsi

ho riscaldato il succo d’arancia in un pentolino che avrebbe accolto anche gli altri ingredienti, poi a parte ho amalgamato i tuorli con lo zucchero e poi ho unito la farina, la vaniglia e il liquore all’arancia, se non lo avete potete usare un po’ di Strega, io non uso quasi mai gli aromi in fialette, piuttosto non ne metto e mi aiuto con buccia d’arancia grattugiata, naturalmente non trattata… e visto che stavo facendo le bucce candite ne avevo in quantità… Tornando alla crema, ho tolto un attimo dal fuoco il succo bollente e ho versato dento il composto di tuorli, amalgamato per bene con le fruste e rimesso sul fuoco ad addensare. Quando alla prova cucchiaio ho visto che non colava ho spento e fatto raffreddare dando qualche colpo di frusta di tanto in tanto per non far formare quella pellicina antipatica in superficie, non mi va di mettere a contatto della crema bollente la pellicola trasparente, chiudo invece col coperchio rivestito internamente da un tovagliolo che assorbirà li vapore.

A questo punto mi sono dedicata alla nua.

Ho montato le uova a temperatura ambiente nell’impastatrice ma va benissimo un comune sbattitore, ho unito lo zucchero e continuato a montare per 15′, poi ho continuato a mano, ho unito l’olio a filo pian piano amalgamando con la ”marisa”e finito l’olio ho iniziato col latte sempre a poco a poco per non smontare il composto, poi è toccato alla farina ben setacciata, ne ho lasciato solo un cucchiaio da parte che ho unito alla fine insieme alla bustina di lievito per distribuirlo meglio(piccolo segreto che vi svelo) e infine ho versato gli aromi.

Intanto avevo pronto lo stampo da 30 cm. di diametro  col fondo rivestito di cartaforno, ho sistemato sul fondo gli spicchi d’arancia e versato l’impasto, livellato bene e poi col cucchiaino ho distribuito la crema all’arancia che è penetrata inglobandosi all’impasto e lasciando intravedere solo i segni del suo passaggio in superficie, a differenza di altre torte che hanno delle cucchiaiate di crema visibili in superficie.

Ho infornato a 160° e col mio forno è cotta in ben 90′, voi regolatevi col vostro naturalmente, i dolci vanno cotti in modalità statica, cioè non ventilato.

Ho fatto raffreddare ed ecco la mia nua pronta per i riflettori!

Qui l’ho capovolta, sapete che in ogni cosa che preparo c’è sempre il mio tocco personale, vero?

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

E’ bellissima e buonissima…uno sbelioooooooooo

e questa è la fetta per voi che mi seguite…lo sapete che vi voglio bene, vero?

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 

 

 

 

 

 

 

 

 

4 Commenti su Nua all’arancia

  1. versione fantastica Maria,profumatissima 😀
    mi piace questa versione rovesciata che la rende ancora più bella!
    complimenti per il blog ,se ti fa piacere passa a trovarmi
    a prestoooo
    Ketti :)))

    • Grazie ketti, in effetti l’idea di rovesciarla mi è venuta perchè avevo gli spicchi d’arancia da consumare e con stupore ho visto che era bella sotto e sopra…
      passerò certamente da te, bacibacibaci
      maria

    • Grazie, infatti è piaciuta molto e non è neanche tanto elaborata!
      Alla prossima allora, torna pure a curiosare…ciaooooooooooooo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.