Miglio verde. Ricordate il film ‘Il miglio verde’? Non c’entra niente col mio piatto! Però il miglio e il verde dei cavoli hanno risvegliato un bel ricordo…ed ecco cosa è venuto fuori! Non cibo da uccellini… ma un gustoso e nutriente piatto unico, un ritorno alla semplicità col miglio e coi cavoli verdi!

Ho preparato questo piatto per l’evento del cucinare insieme ”cooking light” un piatto completo ipocalorico e saziante da consumare dopo le abbuffate nelle serate invernali.

20141124_135433

20141124_135617

 

Miglio verde

Questo piatto è anche veloce e semplice da preparare, il miglio va sciacquato, sgocciolato bene e tostato in padella e poi lessato, mentre i cavoli vanno sbollentati per pochi minuti e notate bene che le parti coi torsoli invece di buttarle vanno frullate per creare una gustosa purea.

I cavoli sono molto importanti, per il loro contenuto di nutrienti, al nostro benessere e vengono raccomandati soprattutto nel periodo invernale. Sono antitumorali per eccellenza, rinforzano il sistema immunitario e sono adatti nelle diete dimagranti perchè poco calorici e sazianti. Contengono molti sali minerali tra cui calcio,ferro,fosforo e potassio e vitamine   In questo caso ho usato il broccolo calabrese, il cavolfiore bianco e il cavolo romanesco che oltretutto è di una bellezza stupefacente, una fantastica opera d’arte!

Vogliamo vedere come ho fatto?

20141124_135556

Ingredienti per tre persone:

Un broccolo calabrese

mezzo cavolo romanesco

mezzo cavolfiore bianco

una patata

parmigiano grattugiato

un cucchiaio di farina

50 ml. di latte

pepe

sale rosa

3 cucchiai di olio extra vergine di oliva

uno spicchio d’aglio

pistacchi tostati e salati

200 gr. di miglio

400 ml. di acqua

 

Procedimento:

Per la cottura del miglio io prima lo lavo attraverso un colino a maglie strette e dopo che è colato ben bene lo tosto in padella così prende un buon sapore di pane tostato, poi unisco il doppio del suo peso di acqua e lo lesso per circa 15 o 20 minuti finchè non assorbe tutto il liquido, lo salo e verso su un filo d’olio in cui ho rosolato uno spicchio d’aglio per insaporirlo un po’ ed è pronto, va sgranato come un cuscus e a questo punto si può servire coi cavoli.

I cavoli li ho divisi a cimette e sbollentati insieme ai torsoli più teneri e alla patata in acqua salata con dentro un cucchiaio di farina che aiuta a mantenere il colore verde e poco latte per non appestare la cucina con l’odore persistente dei cavoli. Si possono anche cuocere a vapore per non far perdere le proprietà nell’acqua di cottura, ma io dovendo usare anche l’acqua ho preferito lessarli. Dopo 10 minuti si prendono le cimette con la schiumarola e si fanno saltare in padella in aglio e olio mentre i torsoli e la patata si continuano a lessare ancora un po’ e poi si frullano con poca acqua di cottura, si unisce  una manciata di parmigiano grattugiato, olio sale e pepe e si otterrà quindi una bella crema densa.

Ho servito il mio miglio verde con con questa vellutata di cavoli e le cimette rosolate con sopra i pistacchi a granella, un tocco sprint che dà carattere a un piatto molto delicato ma nutriente e gustoso!

20141124_135514

20141124_135433

 

 

6 Commenti su Miglio verde

    • Da poco mi diletto in cerca di nuovi sapori in alternativa alle proteine animali…da provare…
      Buona giornata cara!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.