Le Mantovane il Buon Pane quotidiano,le mantovane che ho preparato si possono definire davvero il ”buon pane” ed è bello cambiare ogni giorno tipo di pane.Fatte in casa sono proprio diverse da quelle comprate,fragranti e profumate!

Eccole,insieme alle baguette e alle crocette farraresi,come vi sembrano?

 bag_mant_crocette

Le Mantovane il Buon Pane

sono sbocciate proprio bene,lo devo ammettere e mi hanno ripagata del tempo che ho impiegato a prepararle,ormai lo sapete che la mia pasta madre è sempre all’opera e di volta in volta provo pani diversi,ma ora parliamo della ricetta.

Ingredienti:

120 gr. di pasta madre rinfrescata e ben lievitata

220 gr. di acqua

1 cucchiaino di miele

250 gr. di manitoba

250 gr. di farina00

1 cucchiaio di burro oppure olio o strutto

15 gr. di sale

Procedimento:

Per prima cosa il pomeriggio verso le 16 ho rinfrescato la pasta madre,ne ho preso 120 grammi e l’ho fatta lievitare fino al raddoppio in un barattolo di vetro coperto con la pellicola,alle 20 era bella lievitata e gonfia,poi l’ho sciolta in 220 ml. di acqua(appena tiepida mi raccomando altrimenti i lieviti muoiono)con dentro un cucchiaino di miele e ho versato nell’impastatrice.

Ho azionato il motore a minimo e versato pian piano le farine precedentemente setacciate insieme,quando l’impasto è diventato una bella palla unita che si è staccata dalle pareti della ciotola ho aggiunto il burro e continuato a lavorare aumentando la velocità  a 1 e poi a 2 e ho unito il sale.

L’impasto si presenta bello sodo,l’ho lavorato ancora un po’ anche a mano divertendomi a sballottarlo un po’ e poi l’ho messo in una ciotola  e fatto lievitare per tutta la notte.

La mattina dopo l’ho sgonfiato e diviso in sette parti uguali.

Ogni pezzo l’ho passato nei rulli della macchina per la pasta man mano sempre più sottile ottenendo una lunga striscia,l’ho arrotolata strettamente  e rimessa nella macchina facendola entrare dalla parte arrotolata,l’ho stesa di nuovo sempre ripassandola più volte man mano più sottile spostando le tacche dei rulli e tirandola un po’ per allungarla,viene fuori così una lunga lingua.

Ora bisogna arrotolare le due estremità verso il centro sempre tirando un po’ l’impasto,sopra e sotto si vedrà la parte arrotolata,si preparano allo stesso modo tutti gli altri pezzi e si mettono a lievitare sopra un canovaccio insemolato

per non far fare la crosticina sopra io ci metto su un contenitore di plastica capovolto e li lascio lì a lievitare per circa quattro ore,dipende dalla temperatura ambiente.

Quando sono belle lievitate accendo il forno al massimo per circa 15′

faccio un taglio lungo tutta la mantovana al centro della parte arrotolata e inforno sulla refrattaria ben riscaldata diminuendo poi la temperatura per farle cuocere internamente,sui 200° circa,regolatevi col vostro forno che conoscete bene

se in forno non sboccia allora di può praticare di nuovo il taglio più profondo dopo pochi minuti senza tirarle fuori e stando attenti a non scottarvi

la cottura è indicativa,dipende dalla grandezza delle mantovane e dal vostro forno

quando sono belle dorate e battendo con le nocche sul fondo suona a vuoto allora sono pronte,circa 20,30′

ed eccole qua,vi piacciono?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.