La scarola riccia ripiena è una specialità napoletana e come al solito quando ho ospiti ‘nordici’ me la ordinano spesso,io uso per questo piatto l’indivia riccia,ne compro una per ogni commensale,di piccole dimensioni,il piatto si presenta così;

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

La scarola riccia ripiena ha un sapore deciso ma a chi ha gusti delicati unisco anche l’uvetta passolina che addolcisce il tutto;è un piatto della tradizione molto apprezzato,se amate le verdure preparatelo perchè non è neanche tanto complicato,magari solo un po’ lunghetto ma in cucina si sa che se si vuole un piatto particolare bisogna dedicare tempo e pazienza…

Ingredienti:

indivia riccia piccola e intera 1 a testa

poi in quantità variabile a seconda dei gusti:

capperi di pantelleria

olive verdi dolci o taggiasche

acciughe sott’olio

pinoli tostati

uva passa

1 spicchio d’aglio

pecorino grattugiato

mollica di pane tostato

sale

peperoncino piccante o pepe

spago da cucina

Procedimento:

La prima cosa importantissima è mettere a bagno l’indivia,tutto il cespo intero per lavarla bene dalla terra,c’è chi unisce all’acqua un pugno di sale grosso,non so se aiuta ma male non fa,oppure un cucchiaio di bicarbonato;dopo vari lavaggi accertatevi che sia bene pulita e lasciatela sgocciolare per bene.

E poi far rinvenire l’uvetta in una ciotola piena d’acqua e mettere a bagno i capperi sotto sale

Intanto preparate il ripieno:

in una padella tostare il pane sbriciolato finemente per dare quella nota croccante e unire anche i pinoli stando attenti che subito si tostano,metterli da parte in un piatto e in padella far sciogliere l’acciuga sott’olio in un filo d’olio e uno spicchio d’aglio tritato finemente,spegnere il fuoco e unire tutti gli altri ingredienti,le olive snocciolate e  spezzettate,i capperi e le uvette ben strizzate,il pecorino grattugiato e i pinoli e il pane tostato e amalgamare il tutto aggiungendo un pizzico di immancabile peperoncino piccante o pepe se non vi piace il piccante.

Ora prendete l’indivia ormai sgocciolata e apritela con le mani come si fa col bocciolo di un  un fiore, mettete al centro un po’ di ripieno e chiudete il fiore tenendo il cespo di indivia stretto all’estremità,verso le punte,avvolgete intorno lo spago da cucina per tenerlo chiuso strettamente e annodate; poggiate tutti i cespi in una larga padella con un filo d’olio e uno spicchio d’aglio intero schiacciato che poi eliminerete,salate parsimoniosamente perchè il ripieno è saporito,coprite e lasciate stufare lentamente finchè infilzando la forchetta dalla parte del torsolo entra senza difficoltà;lasciate un attimino intiepidire giusto il tempo per non scottarvi ed eliminate lo spago.

Si possono servire calde calde appena fatte ma sono ottime e più saporite il giorno dopo.

4 Commenti su La Scarola Riccia Ripiena

  1. Cara Maria sonop fantastiche queste scarole, mi hanno venire in mente antichi sapori di una volta, Bravissima come sempre

    • grazie Regina,è vero,certe cose non si cucinano più però è bello rivivere i sapori perduti…affiorano ricordi sopiti ma non dimenticati…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.