La Frittura di Baccalà e Gamberetti,la frittura è cosa rara in casa mia,infatti troverete poche fritture nel mio blog però ogni tanto a mio marito vengono le voglie… e allora oggi frittura di baccalà e gamberetti.Non era in programma quindi niente pastella,una frittura veloce,ho passato il baccalà e i gamberetti nella semola di grano duro che rende croccantissimo il fritto e subito ho portato in tavola.

Ecco a voi la foto

 

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

La Frittura di Baccalà e Gamberetti,premesso che friggere in casa non mi piace perchè l’odore che rimane in giro per giorni permea tutto anche se si tiene chiusa la porta della cucina,ogni tanto è piacevole e poi bisogna anche accontentarli ‘sti maritini!

La differenza che passa tra la frittura con pastella e la mia con la semola è che quella con la pastella diventa bella gonfia formando una vera e propria frittella e dopo un po’ rimane morbida e oltretutto si può mangiare benissimo senza pane invece questa in effetti è composta solo dal pesce e prevale appunto il sapore del baccalà e quella crosticina è davvero stuzzicante.Se dovessi scegliere sarebbe difficile perchè sono entrambe gustosissime perciò amo farle entrambe.

Ingredienti:

baccalà

gamberetti

semola di grano duro

sale

pepe

olio di arachidi

limoni

insalatina di contorno:valerianella

Procedimento:

ho eliminato dal baccalà le lische e la pelle e tagliato a cubetti di circa due centimetri,ho pulito i gamberetti eliminando l’intestino,operazione noiosissima…

ho passato i pezzettini di pesce nella semola di grano duro perchè come dicevo la frittura è stata improvvisata e non ho potuto preparare la pastella a dovere,intanto ho messo al fuoco un pentolino stretto e alto per avere olio profondo senza consumarne molto,infatti riempire una padella sarebbe stato uno spreco inutile,poi si sa che l’olio non va conservato solo perchè…è peccato buttarlo…è più importante il nostro fegato,vi pare?

Ho fritto il baccalà a pochi pezzettini per volta facendo attenzione a non abbassare la temperatura dell’olio per non far assorbire appunto l’olio ma formare subito una bella crosticina croccante,ho salato e pepato e ho portato subito in tavola,come si dice?

…frijenn magnann…

a me non piace spremere il limone sopra perchè mi sembra che rovina il sapore del fritto ma a mio marito è obbligatoria!

Ebbene,a parte l’odore che ha appestato tutta la casa il risultato è stato ottimo,la frittura è sparita in un nanosecondo andando ad ”appestare” il nosto pancino…

Quindi si può fare la frittura senza pastella,rimane più croccante in superficie lasciando l’interno morbido e sugoso…gnammy…

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.