La delizia alle mandorle è un dolce strepitoso e anche se l’ho visto spesso nelle vetrine delle pasticcerie non lo avevo mai assaggiato, però dopo essere passata nel blog di taly di cookaround sono stata presa da una voglia irrefrenabile di farla.

La delizia alle mandorle che ho prodotto io naturalmente è un po’ ”rivisitata”
per adattarla ai miei gusti e agli ingredienti che avevo in casa

le varianti sono:
la farcia: è composta da ricotta zucchero e pasta di mandorle aromatizzata con pasta d’arancia invece della crema pasticcera.
La parte di sotto del pandispagna l’ho bagnata col rosolio alla ciliegia invece del maraschino e sopra col liquore all’arancia visto che nella pasta di mandorle c’è l’arancia candita
sopra ci sono le mie amarene e non ciliegie candite,
è profumatissima…

ingredienti
pandispagna già pronto da 24 cm.di diametro

pasta delizia

460 gr. mandorle pelate

40 gr. mandorle amare pelate

425 gr. zucchero

25 ml. glucosio liquido

2 uova più albume complessivamente per 145 ml.
farcia:

120 gr. pasta delizia

300 gr. di ricotta di pecora

150 gr. zucchero

amarene zuccherate
bagna

rosolio di ciliegie diluito con acqua e zucchero a piacere

per la decorazione:

mandorle e amarene zuccherate

gelatina di albicocche per lucidare
procedimento per la pasta delizia

frullare finemente tutte le mandorle con lo zucchero

unire le uova leggermente sbattute e il glucosio e impastare per bene, meglio se nell’impastatrice; taly dice che deve risultare sodo e un po’ appiccicoso.

amalgamare la ricotta con lo zucchero e 120 gr. di pasta delizia, io ci ho aggiunto un po’ di pasta d’arancia frullando le mie bucce d’arancia candite.

Tagliare orizzontalmente il pandispagna in due e poggiarlo sul vassoio in cui servirete il dolce così non dovrete più spostarlo e bagnare la parte inferiore con la bagna al rosolio.

Spalmare la crema di ricotta amalgamata alla pasta delizia e distribuire sopra le amarene a pezzettini,bagnare l’altro disco solo internamente con liquore all’arancia diluito con sciroppo di acqua e zucchero e poggiarlo sulla crema.

E ora viene il bello,la decorazione

Si versa la pasta delizia in due sacche da pasticceria,una con la bocchetta tonda dentellata e una piatta sempre dentellata per ottenere sopra un disegno a canestro con la bocchetta larga mentre intorno si usa quella tonda facendo delle strisce verticali ravvicinate,l’impasto è un po’ duro da premere e vi avverto che vi farete i muscoli…ma ne varrà la pena ,fidatevi…

Io non ho fatto proprio un canestro ma delle losanghe,poi sta alla vostra fantasia e manualità abbellirla come meglio credete.

Sopra si potrà decorare con mandorle e canditi,io ho messo le mie amarene.

La delizia a questo punto andrà  fatta asciugare per 12 ore prima di essere infornata…

Si avete capito bene, la pasta delizia si deve seccare un po’, quindi se la preparate la sera andrà cotta il giorno dopo.

forno preriscaldato a 220° x 15′-20′

Attenzione a non farla colorire troppo e sfornarla subito dopo il tempo stabilito per non farla asciugare internamente.

Quando si sarà intiepidita si potrà spennellare con la gelatina di albicocche.

Lo so, a questo punto dopo tanto lavoro vorreste sedervi in un angolino e gustarvela sole solette ma vi consiglio di aspettare qualche ora che i sapori si diffondano armonicamente e il dolce dia il meglio di se…

…intanto saranno arrivati gli ospiti  e allora potrete finalmente  dire: ”che delizia”

Grazie taly

 

 

 

 

 

 

 

 

2 Commenti su La Delizia alle Mandorle

    • tesoroooooooooooo
      grazie a te!
      ma la tua è la vera delizia…x la decorazione…spremere con la tasca da pasticceria la pasta delizia ci vuole una forzaaaaaaaaaaa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.