Il Pane Quotidiano,non ci si stanca mai di mangiarlo,il pane è la cosa che si compra tutti i giorni insieme al latte,come un rito quotidiano,lo faccio da me ormai da anni e il mio pane si lascia mangiare anche dopo giorni,sempre morbido e profumato,col lievito naturale liquido,vi piace?

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Ingredienti:

biga

30 ml. lievito liquido di semola rimacinata di grano duro

50 ml. di yogurt bianco

100 gr. di manitoba

1/2 cucchiaino di malto in polvere

Impasto:

500 gr. di semola rimacinata di grano duro

1 cucchiaino di malto in polvere

300 ml. acqua

15 gr. di sale

semi di finocchietto una manciata e un pizzico di  fiori di finocchietto

50 ml. acqua finale qb

 

Procedimento:

ho impastato gli ingredienti per la biga e lasciato lievitare in un barattolo di vetro chiuso, fino al raddoppio,non c’è un tempo indicativo perchè sono lieviti naturali e fanno quello che vogliono però è bene creare un ambiente caldo per favorire la lievitazione 28°-30°

A lievitazione avvenuta l’ho versata nell’impastatrice con la foglia,insieme ai 300 ml. di acqua fredda e a velocità minima ho cominciato ad unire la farina precedentemente setacciata col malto,quando l’impasto si è appallotolato ho messo il gancio al posto della foglia e ho unito il sale e gli aromi insieme ai 50 ml. di acqua rimanenti a goccia a goccia aumentando la velocità fino a 4 con qualche colpetto al massimo per far incordare bene l’impasto.

Ho fermato un paio di volte la macchina e capovolto l’impasto,

quando si è attorcigliato al gancio staccandosi dalle pareti e pulendo la ciotola ho fatto la prova velo per verificare lo sviluppo della maglia glutinica,il tutto è durato circa 1/2 ora.

Ho lasciato l’impasto in ciotola per circa 2 ore a temperatura ambiente e poi ho fatto due pieghe a tre cioè a lettera e  messo in frigo per la notte chiuso in una busta di plastica per alimenti.

Il mattino dopo l’ho lasciato a temperatura ambiente facendo di tanto in tanto qualche piega e messo in forma a lievitare in una ciotola con dentro un canovaccio insemolato.

La lievitazione completa di questo è durata circa 10 ore perchè faceva freddino, ma di solito in 5 o 6 ore è bello gonfio e pronto,ci si rende conto che è pronto quando comincia a fare delle crepe in superficie ma è bene non arrivare a quel punto altrimenti slievita e si smolla;io ormai ho imparato e uso sempre la stessa ciotola e  quando riempie la ciotola e vedo piccole bolle è ora di infornare.

Ho acceso il forno a gas al massimo per 15′ e poi ho scaravoltato il pane sulla refrattaria posizionata al centro del forno, ho fatto dei tagli sopra con un coltello affilato e cotto per 25′ a forno chiuso e 25′ a fessura sempre al massimo.

(A volte metto dentro un pentolino pieno d’acqua perchè si dice che fa diventare la crosta croccante ma a me viene croccante anche senza.)

Poi ho spento e aperto il forno lasciando dentro il pane

In questo modo il pane si gonfia tanto e si forma una bella crosta croccante mentre l’interno rimane soffice e per niente umido.

E’ un procedimento un po’ lungo ma per chi ama le cose naturali fatte in casa è una soddisfazione e ripaga dell’impegno e del tempo impiegato…e poi volete mettere la differenza tra un pane comprato che il giorno dopo è gommoso e immangiabile e quello fatto in casa?

Ora provate voi…

 

 

 

 

7 Commenti su Il Pane Quotidiano

  1. Ciao Maria, non capisco…..parli di lilí…..ma hai scritto yogurt….cioé crei un lilí? Ciao susanna

    • ciao pitùùùùùùùùùùù
      mi piacciono le tue domande profonde…

      come sai io ho il lilì di semola rimacinata e con questo lilì ho fatto una biga composta da
      30gr. di lilì
      50 di yogurt bianco
      100 di manitoba
      e tu dici:perchè?
      stavo per fare il pain de mie e ho pensato di rinfrescare dose doppia della biga e usarlo anche x il pane
      esperimento riuscitissimo a quanto vedi perchè è venuto proprio un buon pane.
      perchè lo yogurt mi chiedi?
      perchè non avevo il latte previsto dalla ricetta e visto che lo yogurt coi suoi fermenti aiuta la lievitazione…perchè no?

      • Ciao Maria,
        ora ho capito….però hai dimenticato di scrivere 30 gr di lilì…..non lo vedo negli ingredienti!!!
        ciao un bacio,
        Pitù

        • ma lo sai che hai ragione?
          in effetti mi si è cancellato proprio un pezzo…
          l’ho scritto di notte con poca luce e la tastiera mi ha tradito…
          grazieeeeeeeeeeeeeee

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.