Il Pane alle Nocciole e Zafferano è un pane particolare sia per il gusto che per l’aspetto e desidero condividerlo con voi perchè mi è piaciuto molto,il pane piace a tutti ma alle nocciole e con lo zafferano non è usuale per cui vale la pena di provare a farlo,naturalmente con la pasta madre!

Eccolo

Il Pane alle Nocciole e Zafferano

Ormai avete imparato a conoscermi e vi sarete resi conto che se una ricetta non ha qualcosa di particolare non mi attira e nel mio blog trovate solo cose ”diverse dal solito”…eh si…sono fatta così…

Ingredienti:

600 gr. di semola rimacinata Di Vella

400 ml. di acqua

100 gr, di pasta madre  rinfrescata e raddoppiata

un cucchiaino di malto diastatico in polvere

60 ml. acqua

15 gr. di sale

150 gr. di nocciole tostate e frullate con poca farina dal totale

qualche nocciola intera non tostata per decorare

1 uovo per spennellare

3 bustine di zafferano

 

Procedimento:

Ho versato nell’impastatrice 400 ml. di acqua e aggiunto poca per volta la semola rimacinata applicando la foglia

mentre andava al minimo ci ho spezzettato dentro la pasta madre rinfrescata e lievitata e un cucchiaino di malto

Ho aumentato la velocità a uno e unito il sale

ho spento e diviso in due l’impasto continuando la lavorazione separatamente col gancio.

In uno ho aggiunto la farina di nocciole e ho continuato a impastare a velocità più alta unendo circa 30 ml.di acqua e quando l’impasto è salito sul gancio essendo ben incordato l’ho messo da parte e impastato l’altra metà sciogliendo lo zafferano nei 30 ml. di acqua rimasti e ho unito a goccia a goccia  lavorando anche questo facendo incordare bene così che si sviluppa il glutine e l’impasto diventa elastico.

L’impasto si deve staccare completamente dal fondo e salire sul gancio.

Fermare almeno due volte la macchina durante la lavorazione e scaravoltare l’impasto e fare la prova velo per verificare che l’impasto non si spezzi.

Ho fatto riposare per circa tre ore facendo due pieghe a tre di tanto in tanto.

Poi ho allungato i due impasti formando delle pagnottelle e le ho avvicinate facendole lievitare insieme avvolte in un canovaccio spolverato di semola,ben coperte da un foglio di pellicola per non far creare sopra una crosta che impedisce la lievitazione,il tutto su un vassoio.

L’ho riposto in frigo per la notte,il giorno dopo l’ho messo a temperatura ambiente fino a completa lievitazione.

In frigo già parte la lievitazione molto rallentata,specialmente se si ripone in basso dove è più freddo.

Il tempo di lievitazione dipende molto dalla temperatura,se ho tempo lo lascio lievitare con calma a temperatura ambiente almeno 5 o 6 ore, altrimenti lo metto in forno intiepidito ma spento così lievita prima.

L’ho spennellato con l’uovo sbattuto per far aderire le nocciole non tostate e ho infornato in forno a gas preriscaldato al massimo.

Cottura

25′ a forno chiuso a 250°e 30′ a fessura abbassando a 200°

se si colora troppo presto sopra mettere un foglio di cartaforno.

non è bellissimo?e che buonoooooooooooo!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.