La pizzaaaaaaaaaa,c’ è chi dice che in casa non possiamo fare una buona pizza…

io dico che viene anche meglio…a casa mia la mangiamo a pranzo perchè di sera più di una non si può…si sa… la digestione…

ma non disdegno una fetta a colazione la mattina dopo …

…e che dire dello spuntino di mezzanotte … proprio un boccone eh…mmmmmmmmmmmmh

…è sempre l’ora della pizzaaaaaaaaaaa.

La pizzaaaaaaaaaa di casa mia è questa!

Io la preparo con la pasta madre,la sera prima.

Eccone alcune,poi troverete la ricetta!

ai 4 formaggi

bianca con patate


con frittata di asparagi



patate e speck
metto sempre prima la scamorzina sulla pizza x non farla seccare
le patate le ho lessate con la buccia e con lo schiacciapatate direttamente sulla pizza
pepe,un filo d’olio evo e infornata
in uscita cioè dopo sfornata ho messo lo speck prima di servire


provola stracchino e speck

aglio.origano e pomodorini

margherita e bianca coi broccoletti

prosciutto e fichi

la pizza è con l’impasto di sempre con pm solo che in più c’è l’olio
ho steso 2 strati e fatto lievitare
poi ho spennellato con olio la superficie e ho sovrapposto i 2 strati
infornato ”nuda”
poi ”in uscita” ho aperto i due strati e ho farcito con uno strato di fichi granata a pezzettini e uno strato di prosciutto crudo

ottimo connubio….considerando che mi piacciono i gusti decisi …
….o dolce o salato….è stata una piacevole sorpresa
avrei messo solo un po’ meno fichi x i miei gusti

la pizzetta classica,alta e morbida dentro e croccante sotto

e poi lei…
la pizza col cornicione ripieno…

che sfizio…eh?
questa ve la spiego

porcini scamorza provola e pomodorini

qui il procedimento per farcire il cornicione
….semplice semplice…..
porcini trifolati e scamorza o provola affumicata tutt’intorno all’orlo


racchiudere il ripieno nel bordo


poi condire con porcini trifolati
scamorza e provola affumicata e giusto due pomodorini del piennolo spezzettati e origano e quel pizzico di peperoncino che dà sapore alla vita….


in forno su refrattaria

a voi la fetta

coi fiori di zucca
i fiori li ho farciti con ricotta scamorza e acciuga sott’olio
e spennellati con olio

margherita

patatine novelle,stracchino e cime di rapa
le patatine sono state prima lessate e poi ripassate in padella con aglio e olio
le cime di rapa pure
poi ho unito stracchino ”della casa”
l’impasto sperimentato e devo dire ben riuscito è questo:
200 gr. di manitoba
300 gr. di farina 0
50 gr. f. integrale
50 gr. f. di farro
50 gr. semola rimacinata
50 gr. f. di mais

la sera ho fatto un autolisi con 350 ml. di acqua x 1 h e 1/2
ho unito 100 gr. di pm rinfrescata e sciolta in 30 ml. di acqua e 1 cucchiaino di zucchero
impastato un po’ e poi unito 15 gr. di sale
impastato ancora a lungo unendo un filino di olio evo sulle mani
messo in una ciotola coperta
in frigo tutta la notte
alle 13 del giorno dopo l’ho tirato fuori e lasciato 1 h a. t. a.
poi ho formato i panetti
messi in ciotoline ben chiuse a lievitare fino alle 20
ho steso e infornato

melanzane a funghetto e stracchino

coi funghi

 

agli asparagi  selvatici
li sbollento velocemente in acqua salata bollente
poi li ripasso in padella con aglio olio e peperoncino tagliando i gambi a rondelle sottili e lasciando le punte intere
metto sulla pizza prima la scamorzina bianca tritata nel bimby coprendo tutta la pizza poi dispongo gli asparagi e infine un giro d’olio
4′ in forno al massimo

peperoni trifolati o arrostiti e scamorza affumicata

 

…perchè margherita è bella….
…perchè margherita è buona…
con pm

al gorgonzola

con la nutella

 

questa pizza l’ho cotta vuota solo spalmata di burro fuso

poi in uscita l’ho farcita con la nutella abbondantemente…

…se ci si deve far male è meglio farlo bene…
la ricetta della pizza

ispirata alla ricetta di gi  su cookaround e modificata nella quantità di acqua e tipo di farina ovviamente
rinfresco la pm il pomeriggio
la sera impasto:

200 gr. di manitoba loconte
400 gr. farina 0 miscelate e setacciate insieme
350 ml. acqua
impasto brevemente solo x idratare la farina lasciando assorbire l’acqua
lascio a riposo x 1 h(autolisi)
unisco a 100 gr. di pm 30 ml. di acqua tiepida e 1 cucchiaino di miele o zucchero o malto diastatico in polvere
mescolo un po’ e verso nell’impastatrice dove riposava l’impasto
quando si è amalgamato il tutto unisco 15 gr. di sale fino
lascio lavorare ,velocità al minimo fino a che la ciotola si pulisce formando una palla
ci vorrà qualche minuto in tutto perchè non c’è bisogno che sviluppi molto il glutine
metto in una ciotola ben chiusa e lascio a temperatura ambiente per 2 ore

sgonfio l’impasto e faccio i panetti

pre questa quantità ne faccio 4

li metto in ciotoline singole di plastica chiuse col loro coperchio

e ripongo in frigo x la notte
serve x far maturare l’impasto e rendere la pizza più saporita
la mattina dopo prendo le ciotoline e le lascio a temperatura ambiente
meglio non metterle troppo al caldo se siamo in estate,d’inverno ci vuole più tempo perchè i lieviti naturali sono un po’ lenti

ci vogliono almeno 5 ore di lievitazione quindi regolarsi per l’ora in cui deciderete di pranzare
la stesura
e qui occorre un po’ di manualità
non usare il matterello altrimenti si schiacciano tutte le bolle di lievitazione
infarinare la spianatoia e il panetto
schiacciarlo delicatamente coi polpastrelli dal centro verso l’esterno in modo circolare senza arrivare al bordo
diciamo fino a 1 o 2 cm. così l’orlo in cottura si gonfierà formando il cornicione
poi prendere il disco fra le mani allargandolo senza tirare molto sempre dal centro verso l’esterno
aver cura di stenderla sottile così cuoce subito e non si indurisce
una raccomandazione è di spolverare via la farina in eccesso  usata  per stenderla altrimenti  si brucia sotto in cottura
sembra difficile ma non lo è
è più difficile da spiegare che fare

a questo punto si avrà già acceso il forno al massimo della temperatura x almeno 15-20′
io ho la refrattaria che poggio sul fondo del forno facendola riscaldare x bene
non usare ingredienti troppo liquidi che ammollano l’impasto
io uso i pelati ben sgocciolati dal succo e li frullo un po’
farcisco la pizza su una palettina divisa a metà al centro in modo che quando la poggio sulla refrattaria apro le due metà lasciando cadere delicatamente la pizza
questa paletta era in dotazione col fornetto pizza express
la cottura,se il forno è ben caldo è di 4′ – 5′ x pizza
se invece si vuol farre in teglia stendere l’impasto in una teglia oleata
e mettere  a lievitare finchè non arriva all’orlo
farcire  e infornare  x 15′ circa sempre col forno preriscaldato al massimo per 15′

 

 

…alle cime di rapa,gorgonzola e speck,piccante!

margherita

cime di rapa,speck e provola affumicata

le cime di rapa sono state prima trifolate in padella con aglio olio e peperoncino

 

 

la pizza del cavolo…
cavolfiore sbollentato e ripassato in padella con aglio olio e peperoncino e olive

 

se vi piacciono … battete un colpo…coi vostri commenti…

sono molto graditi insieme ai vostri suggerimenti

0 commenti su La pizzaaaaaaaaaa

  1. Ciao Maria. Io non ho ancora trovato il modo per fare una buona pizza nel forno elettrico…ne ho provate centomila ma, la cottura non mi soddisfa!! Forse perchè sono abituata alla pizza del forno a legna, che è tutt’altra cosa! Ma ora che è quasi inverno chi ci va fuori a cuocere le pizze? (il mio forno è in giardino…!)
    Tu hai la refrattaria, ma chi non ce l’ha? O si arrangia o se la compra, giusto??
    Però ci voglio provare ugualmente, e questa settimana provo una delle tue ricette; quale mi consigli? A noi piace sottile, con un cornicione bello gonfio…quale faccio? Con la PM naturalmente!
    Grazie dei consigli. Mafi

    • ciao mafi!
      ti dirò,le mie pizze sono fatte tutte con lo stesso impasto quindi hai l’imbarazzo della scelta.
      L’unico accorgimento visto che non hai la refrattaria è non mettere troppo sugo o altro condimento sopra altrimenti in cottura la base inumidisce troppo e si ammolla
      Io direi di accendere il forno almeno 20′ prima al massimo e poi quando inforni accendi solo sotto così concentri il calore in basso e mettila giù sul fondo così ti si gonfia subito il cornicione,poi magari dai un colpetto col grill per colorire sopra se vedi che non è ancora cotta.Si tratta di fare qualche esperimento per capire come viene meglio;io nel forno elettrico ci faccio delle ottime pizzette alte e soffici ma la pizza della pizzeria mi viene ottima col forno a gas,mi trovo benissimo anche per il pane.
      Un’altra cosa che mi viene in mente è che alcuni hanno abbassato il cielo del forno mettendo una teglia spessa al centro e accendendo solo sotto così il calore si concentra solo dov’è la pizza come se il forno fosse più piccolo,non so se mi sono spiegata bene.
      Fai qualche prova e tienimi aggiornata mafi,ma tu dove abiti?

  2. Grazie Maria, sempre velocissima e gentilissima!!
    Ho appena rinfrescato la PM, e credo che domani mattina proverò l’impasto della tua pizza; ho notato che non metti olio, io in quella cotta nel forno a legna ne metto un “giro”… Quando sarà ora di mettere in forno, cercherò di seguire i tuoi consigli, vedremo cosa ne vien fuori…o mi dovrò proprio decidere a comprarmi la refrattaria!
    Comunque ti terrò aggiornata.
    Dove abito? In Sardegna, precisamente ad Iglesias. Vuoi venire a trovarmi?
    Un saluto. Mafi

    • ciao mafina,che bella la Sardegna!
      Mi manca perchè ho visitato quasi tutte le regioni d’Italia però io sono una di quelle che viaggiano in macchina e ancora non sono pronta alla traversata xmare…l’aereo non se ne parla proprio…fifaaaaaaaaaaa…
      mi sa che sarà difficile conoscerci di persona…
      per l’olio nella pizza,secondo il disciplinare non è previsto anche se poi ognuno ha la sua brava ricetta personalizzata…io a volte come te metto il giro d’olio quando la voglio più croccantina,ma se la deve mangiare anche mia madre che ormai non mastica più alla veneranda età di 100 anni,lo evito così rimane più morbidosa,quindi aggiungilo pure
      Mi sa che la comprerai la refrattaria se sei come me che faccio la pizza ogni settimana oltre al pane…
      io ho riciclato quella del fornetto pizza express che si ruppe,ma non dovrebbe costare molto,comprala sottile,circa 1 cm. altrimenti non ti si riscalda mai e consumi troppa energia elettrica!
      ti auguro buona giornata e tanto sole cara mafi
      un abbraccio
      Maria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.